Achille Lauro oggi rappresenta, senza il minimo dubbio, uno dei personaggi più in voga della musica nostrana. In special modo negli ultimi tre anni, il cantautore classe 1990, nato a Verona ma cresciuto a Roma, ha guadagnato un ruolo di spicco nel mondo dello spettacolo italiano. Ciò è avvenuto grazie alle esibizioni che quest’ultimo ha regalato sul palco del Festival di Sanremo durante le edizioni 2019 e 2020. Non più coinvolto nella gara, ma selezionato come ospite fisso, ha poi partecipato anche all’edizione 2021 della kermesse.

Definire Achille Lauro esclusivamente come rapper risulterebbe oltremodo riduttivo. Il suo talento è infatti di caratura importantissima: sarebbe più opportuno parlare di lui come di un artista a tutto tondo. La sua capacità è soprattutto quella di mescolare la musica al glam, dando vita a delle messinscena di qualità esorbitante. Proprio per tale motivo, nelle ultime ore Achille Lauro ha comunicato ai suoi fan di essere stato coinvolto in un progetto di ampie vedute organizzato per lui da Amazon.

Achille Lauro: un artista a tutto tondo

Come anticipato infatti, Achille Lauro negli anni è stato capace di diventare un artista poliedrico, uscendo dalla sua comfort zone rappresentata dalla musica rap e spaziando su molti generi. Ha dato più volte dimostrazione di essere dotato di un gusto sopraffino, dando vita a performance di altissima qualità. Dalla giornata di ieri, 18 giugno, l’artista è coinvolto nella seconda edizione del reality show “Celebrity Hunted: Caccia all’uomo“, in onda su Amazon Prime Video.

Quello appena citato sarà esclusivamente il primo dei tanti progetti a cui Achille Lauro prenderà parte sul servizio di streaming offerto dalla multinazionale statunitense. L’artista ha infatti recentemente firmato un contratto biennale che lo coinvolgerà sotto moltissimi aspetti. Poche ore fa ha scritto sui suoi canali social ufficiali un lunghissimo post in merito a ciò: “Sono lusingato di essere diventato ambassador di una delle più grandi realtà di entertainment del mondo. Per i prossimi due anni sarò impegnato con loro nella produzione di contenuti d’intrattenimento, filmografia, serie, documentari e format streaming”. E ancora: “Sono onorato di aver cominciato questa collaborazione con la produzione di colonne sonore e inediti, con la partecipazione al film ‘Anni da Cane'”. Insomma, c’è da esserne certi: nei prossimi 24 mesi ne vedremo delle belle!

LEGGI ANCHE: La leggenda della morte di Paul McCartney: gli indizi nascosti nei dischi dei Beatles