This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Al via la campagna abbonamenti per il Teatro della Pergola di Firenze e per il Teatro Era di Pontedera

Glauco Mauri e Roberto Sturno

Firenze – La Fondazione Teatro della Toscana annuncia la campagna abbonamenti della stagione 2021-2022 del Teatro della Pergola di Firenze e del Teatro Era di Pontedera.

Sono 15 gli spettacoli in programma al Teatro della Pergola e 8 quelli al Teatro Era. Due importanti cartelloni, che completano la programmazione attualmente in scena e ai quali si aggiungeranno altri spettacoli e iniziative collaterali in definizione per il Saloncino “Paolo Poli” della Pergola.

Il primo spettacolo in abbonamento alla Pergola inizia il 28 dicembre con Maria Amelia Monti e Marina Massironi: è Il marito invisibile, un’esilarante commedia sulla scomparsa della nostra vita di relazione scritta da Edoardo Erba, che ci accompagnerà nel nuovo anno, fino al 2 gennaio.

Il primo spettacolo in abbonamento al Teatro Era è Io Sarah, io Tosca (4-5 dicembre) in cui Laura Morante è Sarah Bernhardt, la mitica attrice cui Victorien Sardou dedicò La Tosca, il celebre dramma trasformato in libretto da Illica e Giacosa e messo in musica da Puccini.

Alla Pergola, il Teatro Civile è rappresentato da Stefano Accorsi con il debutto di Storia di 1 di Lucia Calamaro e Daniele Finzi Pasca (in prima nazionale al Teatro Era); Fabrizio Gifuni in Con il vostro irridente silenzio, uno studio sulle lettere dalla prigionia e sul Memoriale di Aldo Moro.

Ferzan Özpetek porta a teatro la sua Ferzaneide, un viaggio sentimentale attraverso il racconto dei suoi ricordi, e la trasposizione del suo celebre film Mine vaganti.

I testi del teatro classico sono portati in scena da Glauco Mauri e Roberto Sturno con Il canto dell’usignolo, poesie e monologhi di Shakespeare; Monica Guerritore con L’anima buona di Sezuan di Brecht, Roberto Andò dirige Renato Carpentieri e Imma Villa in Piazza degli Eroi di Bernhard, Gabriele Lavia con Il berretto a sonagli di Pirandello, Andreé Ruth Shammah dirige Massimo Dapporto ne Il delitto di Via dell’Orsina di Labiche, Sebastiano Lo Monaco è Enrico IV di Pirandello diretto da Yannis Kokkos, Luca De Fusco con La locandiera di Goldoni.

A Elio Germano si deve la sperimentazione di Così è (o mi pare) – Una riscrittura per realtà virtuale di “Così è (se vi pare)” di Pirandello, programmato nel Saloncino ‘Paolo Poli’ dopo il grande successo delle anteprime.

Gli spettacoli degli artisti stranieri non costituiscono un “inserto” nella stagione: è la stagione stessa che si colora di proposte sovranazionali. Bob Wilson e CocoRosie presentano Jungle Book; Emmanuel Demarcy-Mota dirige Six Personnages En Quête D’Auteur di Pirandello e Ionesco Suite da Ionesco; Euripides Laskaridis propone Elenit; Amos Gitai è il regista di Exils Interieurs.

In parallelo con quella di Firenze, è la linea strategica che si sta portando avanti sul Teatro Era e sull’area della Valdera, con un teatro fondato su un’articolata e diversificata proposta, attraverso l’innesto di spettacoli significativi sull’esperienza del Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale.

Elena Sofia Ricci e Gabriele Anagni debuttano ne La dolce ala della giovinezza di Tennessee Williams, con scene, costumi e regia di Pier Luigi Pizzi, il 30 e 31 ottobre.

Il CSRT è impegnato nel progetto Ai confini delle arti con la produzione dell’opera video di Rä di Martino Fuori dai teatri, con gli attori Lino Musella e Anna Bellato, in prima assoluta allo Schermo dell’arte Festival di cinema e arte contemporanea di Firenze il 13 novembre (il 12 marzo al Teatro Era).

In cartellone, artisti del calibro di Lino Musella, Roberto Bacci, Michele Santeramo, Elio Germano, Teho Teardo, Laura Morante, Beppe Navello con l’anteprima de La seconda sorpresa dell’amore di Marivaux, Maria Amelia Monti, Marina Massironi, Stefano Accorsi, Motus, Compagnia Opus Ballet. Evento speciale il festival sul territorio Te lo dico in segreto.

Quanto alla trasmissione dei saperi, alla promozione e valorizzazione delle competenze, sono aperte le iscrizioni ai corsi del Laboratorio d’Arte del Teatro della Pergola. Fino al 31 ottobre, inoltre, le scuole fiorentine possono aderire alle attività didattiche dietro le quinte promosse all’interno del progetto Le Chiavi della Città dell’Assessorato all’Educazione del Comune di Firenze.

Il Centro di Avviamento all’Espressione si prepara a ripartire da gennaio con i suoi corsi di teatro aperti a tutti, le attività sul territorio e il corso di formazione per attori. Si evidenzia in modo sempre più preciso il suo ruolo non soltanto di propulsione e diffusione del Metodo Mimico, ma di centro di ricerca teso a superare il concetto classico di formazione, punto di riferimento del percorso definito con il manifesto Per un Nuovo Teatro e vero e proprio motore culturale delle attività della Fondazione.

La campagna abbonamenti del Teatro della Pergola prevede innanzitutto il ritorno alla formula a turno fisso del classico abbonamento completo (rinnovi dal 2 novembre, nuovi acquisti dal 16) e di una formula “Solo Europa” dedicata agli spettacoli internazionali. Per cementare la varietà nella formula a scelta ScegliPergola (in vendita dal 23 ottobre) sarà possibile scegliere spettacoli da tutto il cartellone, sia italiani che internazionali. La replica del 31 dicembre de Il marito invisibile sarà in vendita dal 2 novembre. Mine Vaganti di Özpetek, sospeso a causa del Covid-19, è stato riprogrammato: i biglietti già acquistati sono validi per le date della prima settimana di recite (22-29 marzo).

Si conferma alta l’attenzione ai giovani, con la formula Pergola Young Card per gli under30 che consente per ogni spettacolo l’acquisto di un biglietto a soli 12€, oltre a una serie di altre agevolazioni e iniziative dedicate, realizzate con il sostegno di UniCoop Firenze, tradizionale sponsor della stagione.

La biglietteria è in Via della Pergola al numero 12. I biglietti singoli vanno in vendita dal 30 novembre. Importante novità di quest’anno è la recita alle 18:45 del giovedì. Da segnalare, inoltre, la riapertura di Guido Guidi al Teatro.

La campagna abbonamenti del Teatro Era, in partenza dall’11 novembre, riguarda gli spettacoli Io Sarah, io ToscaTavola tavola, chiodo chiodo…, Il marito invisibileMarjorie PrimeStoria di 1Paradiso XXXIII. Sono fuori abbonamento Svegliami e Tutto brucia.

Sempre dall’11 novembre sono in vendita i biglietti per tutti gli spettacoli in abbonamento e fuori abbonamento, compreso il progetto speciale Te lo dico in segretoLa dolce ala della giovinezza Le quattro stagioni sono invece già in vendita.