Italy

“Anche io…”. Sergio Mattarella, il fuorionda durante il discorso alla Nazione conquista tutti

Tra le figure istituzionali che incoraggiano il nostro Paese a non abbassare la guardia, anche il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, ha dedicato a tutti parole molto significative. Il nostro Presidente della Repubblica, voce autorevole di una Costituzione Democratica, si è concesso anche in vesti insolite, a cui non siamo abituati. Sui media, infatti, è comparso un simpatico fuorionda con protagonista proprio il nostro Presidente. Stiamo parlando di un video della registrazione dell’ultimo discorso che Mattarella  ha fatto alla nazione. Vediamo cosa è accaduto.

Stanze del Quirinale assorte nel silenzio e al centro della scena il Presidente della Repubblica Italiana. Sergio Mattarella esordisce con un “Triste la nostra storia…”. Poi si ferma per schiarire la voce, e aggiunge: “No scusi avevo un po’ di…”. Dall’altra parte della videocamera, c’è  un ‘certo’ Giovanni. La voce fuori campo del ‘camerman’ fa il suo esordio dal nulla e consiglia: “C’è quel ciuffetto…”. Il Presidente della Repubblica ha un ciuffetto ribelle, fuori posto, pare; questo spinge Sergio Mattarella a replicare simpaticamente: “Eh Giovanni, non vado dal barbiere neanche io, quindi…”. (Continua a leggere dopo la foto).

Impossibile non sorridere, di fronte all’immagine di un Presidente della Repubblica che ironizza su un look un po’ trascurato, per motivi che accomunano tutti. In questi giorni risulta per tutti complicato curare la propria immagine e c’è chi, in casa, sta provvedendo da sé. Ma il Presidente della Repubblica, evidentemente, non ha neanche il tempo di farlo. La registrazione continua a dedicare alcune ‘chicche’ ironiche. Il Presidente aggiunge:  “Stavolta non lo ripetiamo più”. E rivolgendosi agli italiani, il discorso viene ripreso così: “Mi permetto nuovamente, cari concittadini… No aspetti, no”. (Continua a leggere dopo la foto e il post).

Il Quirinale ha pubblicato per errore su You Tube una versione non tagliata del discorso del presidente della Repubblica e così tutti gli italiani possono scoprire una ‘versione’ del tutto ironica di Sergio Mattarella. Ma al di là del simpatico siparietto che smorza un po’ la tensione, è molto importante riscoprire l’umanità di tutti. Siamo soliti vedere un Presidente della Repubblica serio e autorevole; il video ci permette di ‘avvicinarci’ simbolicamente a una comune umanità.: vedere il Presidente fermarsi a metà discorso (“Oh Signore, non riesco a leggere”), sentirlo mentre quasi si scusa con l’operatore (“Mi dispiace, mai successo”), richiamare bonariamente il suo amico e portavoce (“Giovanni per piacere però scegli una posizione, perché se ti muovi io ti seguo e mi distraggo”). (Continua a leggere dopo la foto).

“Per un errore di trasmissione l’ufficio stampa del Quirinale ha inviato ai media un file sbagliato contenente alcuni fuori onda del Presidente Mattarella. Ce ne scusiamo con gli operatori dei media e i telespettatori”, così recita la didascalia della pagina social. Ma gli italiani, in fin di conti, ringraziano questo genere di ‘errori’, perché, seppur in una situazione drammatica, è importante riscoprire la nostra uguaglianza. I commenti al post degli utenti lo confermano:  “Ma quali scuse abbiamo AMATO anzi vi prego datecene ancora altre”, “Invece e’ stato un momento di autenticita’ di cui abbiamo bisogno”, “Ma quali scuse, vogliamo la serie su Netflix”.

Papa Francesco, la storia del crocifisso che salvò Roma dalla peste

Football news:

Il Real Madrid non può comprare nessuno in estate a causa delle perdite da una pandemia
Fenerbahce e Galatasaray vogliono comprare il difensore della Roma Jesus
Andre Onana: il razzismo fa parte della mia vita quotidiana, ma ho deciso di non ossessionarmi
Mourinho non considera il trasferimento di Coutinho. Lo stipendio di un giocatore è troppo alto per il Tottenham
La spalla ha 10 gol e 10 assist in Bundesliga. Solo messi, Sancho e Gnabri hanno raggiunto questo nella top 5 Campionati Europei
L'avamposto di Torino Baselli ha danneggiato il legamento crociato. Potrebbe perdere il resto della stagione
Jose Mourinho: è tempo di giocare e dare alla gente quello che vogliono. La prima partita è vicina