Italy

Aperto il rifugio Nuvolau a Cortina. Inizia l’avventura di Emma

La giovane ampezzana ha inaugurato la stagione della struttura del Club alpino. Il fidanzato Juan, le sorelle e i fratelli la affiancheranno nella gestione

CORTINAIl sogno di Emma si è avverato. Porte aperte, da ieri mattina, al rifugio Nuvolau, con la nuova gestione portata avanti dalla giovane ampezzana.

L’inaugurazione della stagione estiva, avvenuta con un po’ di ritardo sulla tabella di marcia a causa di alcuni lavori di ristrutturazione prolungatisi nel tempo rispetto ai programmi iniziali, è coincisa con l’avvento della nuova gestione della struttura che fa capo alla giovane ampezzana Emma Menardi.

Dopo aver girato il mondo in lungo ed in largo, per Emma è dunque arrivato il momento di fermarsi tra le mura del rifugio, di proprietà del Cai di Cortina, che per quarant’anni è stato gestito da Mansueto Siorpaes. «Sono felicissima di poter finalmente iniziare questa nuova esperienza», ha commentato la diretta interessata, «ho viaggiato tanto, raggiungendo tanti posti del mondo, ma ogni volta mi sono sempre detta: “Non c’è posto più bello della nostra Cortina e delle nostre Dolomiti”».

È una famiglia “montanara” quella di Emma, peraltro abbastanza numerosa da poter assicurare al Nuvolau forza lavoro in ogni settore. Al suo fianco infatti lavorano a pieno regime sia le due sorelle, Margherita ed Erika, che i due fratelli Angelo e Cesare.

C’è anche Juan, il fidanzato di Emma, conosciuto in Cile durante la sua lunga permanenza, una parte di essa considerata “esperienza di vita” ed un’altra legata all’avvento del Covid che ha reso il suo rientro in Italia un’avventura nell’avventura.

«Juan è stato il primo sostenitori del progetto Nuvolau», ha rivelato Emma, che ha saputo di aver vinto il bando per la gestione del rifugio (attualmente di sei anni) a metà marzo mentre pedalava lungo la tanto spettacolare quanto durissima “carretera austral”.

«Le restrizioni legate al Covid hanno complicato notevolmente il mio ritorno a casa, fremevo alla voglia di salire subito in rifugio ma ho dovuto aspettare più di un mese», ricorda Emma.

Storia bella che ormai rappresenta il passato. Il presente è un viaggio quotidiano tra il bancone della struttura ed i tavoli attorno ai quali si siedono turisti provenienti da ogni angolo del mondo.

«Per un po’ di tempo abbiamo effettuato servizio a singhiozzo, con soli panini alla salamella ed un caldo caffè, perché in tanti arrivavano quassù senza sapere che il rifugio era chiuso a causa di alcuni lavori che non abbiamo potuto rinviare a fine estate. Quei lavori adesso, e aggiungo finalmente, sono terminati. Il rifugio è operativo a pieno regime, è possibile prenotare il pernottamento così come i pasti. Le prenotazioni al momento sono aperte fino al 25 settembre, vedremo per quanto riusciremo ad andare avanti durante l’autunno perché quassù la neve arriva presto».

A 28 anni, dunque, per Emma Menardi inizia una nuova vita. «È tempo di mettere le radici nel posto più bello che io conosca: la mia casa».

Football news:

Donnarumma sarà il portiere del PSG nella partita contro Man City. Debutta in Champions League
Jorginho: Preoccupato per le conversazioni, che non sarei in Chelsea senza Sarri
Dybala e Morata hanno traumi muscolari. Non giocheranno con Chelsea e Torino
L'ex difensore del Manchester United Gary Neville ha criticato lo stile delle scuse dei giocatori sui social network dopo le dichiarazioni del centrocampista Mancunian brunu Fernandes per un rigore non realizzato nella partita del 6 ° turno DELL'APL
Il Presidente del Borussia Dortmund Hans-Joachim Watzke ha parlato delle prestazioni dell'ala Jadon Sancho, venduta al Manchester United in estate
La UEFA ha rifiutato il caso contro i fondatori della Super League-Barça, Real Madrid e Juventus
Agnelli sulla Super League: i suoi valori garantiranno la stabilità dell'industria calcistica