Un 39enne di Arzano, per evitare che la famiglia scoprisse una ingente perdita di denaro al videopoker, ha denunciato una finta rapina, ma è stato scoperto dai carabinieri.

Ha speso una discreta somma di denaro per puntarla al videopoker e per evitare che la famiglia lo scoprisse ha denunciato ai carabinieri una finta rapina. Ma la vicenda è stata scoperta ed un uomo di 39 anni, di Arzano, ora dovrà rispondere di simulazione di reato.

Ha raccontato che era a Napoli e mentre percorreva in auto viale Umberto Maddalena è stato affiancato da due malviventi in moto. Armati di pistola l’hanno costretto ad accostare e gli hanno portato via un orologio, una collanina, lo smartphone ed il portafogli.

Un racconto apparso ai militari della Compagnia di Casoria poco convincente. Poco dopo hanno scoperto che la sua auto – nell’ora in cui diceva di essere stato rapinato – fosse altrove, in un’altra zona della città di Napoli. L’uomo, quindi, ha ceduto e ha raccontato di aver venduto tutto per per giocare.

Francesco Monaco, giornalista pubblicista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.