Italy

Atalanta-Juventus 1-0, pagelle: Morata male, Chiesa out, Cuadrado unica luce

Queste le pagelle della Juventus dopo la vittoria per 1-0 e il sorpasso sulla Juventus nella 31ª giornata di serie A:
6 Gollini
Più rimbrotti di Gasperini, per i tentennamenti palla al piede, che parate: attento su Morata nel finale.
6,5 Toloi
Copre, attacca, svaria per vie centrali: più che mai uomo immagine del calcio gasperiniano.
7 Palomino
Cercano di saltarlo, non abbocca mai: controllo totale, specie su Morata.
7 Djimsiti
Un salvataggio sul cucchiaio vagante e un controllo non sempre agevole sulle folate della destra bianconera.
6 Maehle
Contro Chiesa nel primo tempo prima disfa e poi alza il muro.
6,5 Freuler
Motore messo a punto, ma con qualche pausa nell’autoscontro con Rabiot.
6 De Roon
Muro solido: i pennelli per decorarlo non sono nella sua cassetta degli attrezzi.
6 Gosens
Strano ma vero: si vede di più nelle chiusure, su Cuadrado e McKennie, che oltre la metà campo.
6 Pessina
Appena guarito dal Covid, ha autonomia limitata ma non si tira indietro. Perde però l’attimo in area per l’occasione migliore del primo tempo.
6 Muriel
Una spinta subita in area, una palla per Pessina, un tiro a giro. In una gara così bloccata, non è nemmeno poco.
6 Zapata
Non arriva all’appuntamento con il cross di Ilicic, ma fa un lavoro notevolissimo.
6,5 Pasalic
Riporta il passo giusto sulla trequarti.
6,5 Ilicic
Crea subito un pericolo, di destro, con il cross per Zapata. E dà la palla giusta a Malinovskyi.
7,5 Malinovskyi
Lui di pericoli ne crea due e al secondo spacca la partita, con il sinistro deviato da Alex Sandro. Notevole anche la punizione all’incrocio, anche perché scivola prima del tiro.
7 Gasperini
L’Atalanta non batteva la Juve in campionato dal 2001. Lo fa con una gara matura e con una panchina più lunga. Da grande squadra.

Juventus

Queste invece le pagelle dei campioni d’Italia uscenti:
6,5 Szczesny
Toglie la palla dall’incrocio a Malinovskyi e neanche un minuto dopo si arrende per la deviazione di Alex Sandro.
6,5 Cuadrado
L’unica luce nel gioco bianconero che non si spegne mai.
6,5 De Ligt
In crescita rispetto alle ultime uscite, pericoloso anche in attacco.
6 Chiellini
Lotta dura senza traccia di paura contro Zapata.
5,5 Alex Sandro
Poco utilizzato a sinistra, è sfortunato nella deviazione decisiva.
6,5 McKennie
Con Cuadrado crea una catena che dà fiducia alla Juve, creando pericoli anche con alcune variazioni sul tema. Quando si sposta a sinistra al posto di Chiesa, è già con la spia della benzina accesa.
6 Bentancur
Taglia e cuce nel mezzo, sempre con la giusta attenzione.
6 Rabiot
A tratti si esalta nella lotta fisica contro gli atalantini, ma non sembra mai crederci fino in fondo.
5,5 Chiesa
Prova a portare scompiglio in area, ci riesce una volta sola. Esce per precauzione dopo un problema ai flessori.
5 Morata
Spreca con un cucchiaio venuto male la palla migliore della sua partita. Palomino gli fa fare brutta figura.
5,5 Dybala
Titolare dopo 98 giorni, si batte con intelligenza e spirito giusto, ma è lontano da un livello accettabile.
5,5 Danilo
Non è al meglio e non porta la solita sicurezza.
5,5 Kulusevski
Non porta la brillantezza che servirebbe. 5 Arthur Ingresso con troppi errori.
5,5 Pirlo
La Juve perde per un episodio sfortunato, ma fa troppo poco perché accada a suo favore. L’assenza di Ronaldo là davanti pesa come un macigno.

Football news:

Vlašić ha superato Cristiano, ma è partito da Muriel, e Lukaku ha un record di 88% : continuiamo a scegliere il miglior giocatore della stagione in Serie A
Punizione per 9 club della Super League: una donazione totale di 15 milioni e un rifiuto del 5% dei proventi europei. Con il Real Madrid, la Juve e la barca, la UEFA promette di capire di più
Neymar estenderà il contratto con il PSG fino al 2026. Annunciano può sabato
L'Arsenal può firmare Onan se la sua squalifica viene ridotta. Ajax vuole un portiere di 14 milioni di euro
Lille mantiene il vantaggio in campionato 1 per due turni prima della fine. Le ultime partite - con Saint-Etienne e Angers
Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha risposto a una domanda su tre club che non sono ancora usciti dalla Super League: Real Madrid, Juventus e Barcellona
Golovin ha superato il test negativo per il coronavirus