Il mister della Samp Ranieri

La Sampdoria va a caccia di conferme. Domani, sabato, i blucerchiati andranno a far visita all’Atalanta, reduce dal pesante k.o. subito a Napoli in campionato ma anche dalla vittoria in Champions League con i danesi del Midtjylland. «I successi con Fiorentina e Lazio ci hanno portato più convinzione e determinazione, che non eravamo riusciti ad esprimere con Juventus e Benevento – spiega Claudio Ranieri alla vigilia della trasfera di Bergamo -. Adesso però dobbiamo dimenticarci di queste partite: c’è da pensare alla prossima per provare a dare continuità alle ultime prestazioni».

Modello. L’Atalanta è una macchina quasi perfetta, che può contare inoltre su individualità di primissimo ordine. «Ormai rappresentano un modello per il calcio italiano – sottolinea il tecnico -. Sappiamo che andremo a giocare contro un avversario molto forte, che nel corso degli anni è diventato sempre più squadra. È una formazione che lotta, marca, pressa e non sente la fatica. La scorsa stagione disputando due buone prove contro di loro: vorrei vedere una Samp determinata tanto quanto l’Atalanta».