Italy

Atalanta-Valencia 4-1: Gol e spettacolo, dominio totale della Dea a San Siro

L'Atalanta si presenta all'appuntamento con la storia nel modo migliore possibile: offrendo una prestazione maestosa contro il Valencia, nell'andata degli ottavi di finale di Champions League. La Dea, straripante, ha battuto 4-1 la formazione spagnola, arrivando ad un passo dall'ipotecare la qualificazione ai quarti, che resta in bilico solo in virtù della rete di Cheryshev nel finale di partita. Per 70 minuti, a San Siro si è vista in campo solo una squadra, trascinata dai gol di Hateboer (doppietta), Ilicic e Freuler.

Hateboer e Ilicic, dominio Atalanta

Sin dalle prime fasi della gara è evidente che i 90 minuti di San Siro resteranno negli occhi di tanti, a lungo. L'Atalanta entra bene in partita e impone da subito il suo ritmo forsennato. Nel giro di un quarto d'ora la Dea prima confeziona due grandi occasioni con Gomez e Pasalic, poi sfonda con Hateboer. E' il colpo che sfonda la diga costruita dal Valencia: gli spagnoli ballano sistematicamente sulle folate offensive degli uomini in nerazzurro e danno la sensazione di poter concedere tanto. Al tempo stesso, però, si presentano pericolosamente dalle parti di Gollini in un paio di situazione, con il palo provvidenziale su un tentativo di Guedes. Nel finale di frazione, Josip Ilicic tira fuori dal cilindro una soluzione delle sue: di destro, il suo piede debole, la mette all'incrocio dei pali dal limite dell'area e fissa il punteggio sul meritato 2-0 per l'Atalanta.

L'Atalanta fa poker… poi si ferma

Il copione non cambia nella ripresa. L'Atalanta viaggia ad una velocità diversa rispetto al Valencia, vince i duelli in ogni zona del campo e fa valere questa differenza anche sotto porta. Prima Freuler, con una spettacolare conclusione da fuori area, poi Hateboer, una furia sulla corsia destra, rendono ancora più rotondo il punteggio a favore della Dea e rendono San Siro il centro dell'Europa calcistica per qualche minuto. E' qui, nel momento di massima fiducia, che i nerazzurri commettono un errore a metà tra inesperienza e distrazione: abbassano la guardia e consentono al Valencia di rientrare in corsa nell'ambito del doppio confronto. Cheryshev, appena entrato, trova il gol che ridà un senso alla gara di ritorno in programma al Mestalla il prossimo 10 marzo. L'Atalanta si spaventa, barcolla ancora, ma tiene duro e porta a casa un risultato fantastico, che genera persino qualche rimpianto per com'è stato gestito nel finale di partita. La misura del livello stratosferico a cui è arrivata l'Atalanta di Gasperini.

Tabellino Atalanta-Valencia 4-1

Reti: 16′ Hateboer, 42′ Ilicic, 57′ Freuler, 63′ Hateboer, 66′ Cheryshev

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Caldara (75′ Zapata); Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pasalic (91′ Tameze); Ilicic, Gomez (81′ Malinovskyi). All. Gasperini

Valencia (4-4-2): Domenech; Wass, Diakhabi, Mangala, Gayá; Ferran Torres, Kondogbia, Dani Parejo, Soler; Gomez (73′ Gameiro), Guedes (64′ Cheryshev). All. Celades