BERGAMO - Bella in Europa, claudicante in Serie A. L'Atalanta, dopo aver firmato l'impresa più prestigiosa della sua storia espugnando Anfield in Champions League contro il Liverpool, cade in campionato in casa 0-2 contro il Verona, dopo aver pareggiato con lo Spezia nell'ultimo turno. Per gli scaligeri è una vittoria importantissima che li porta a quota 15 in classifica, a +1 proprio nei confronti dei nerazzurri. E si tratta anche del primo successo dell'allievo Juric contro il maestro Gasperini. Dopo un primo tempo equilibrato, l'Hellas tiene botta all'inizio della ripresa quando i padroni di casa spingono forte alla ricerca del gol. Quindi Toloi commette fallo da rigore su Zaccagni e Veloso non sbaglia. Lo stesso Zaccagni chiude i conti nel finale anche perché gli orobici appaiono stanchi.

Primo tempo equilibrato

Gasperini torna al 3-4-1-2 con Gomez dietro le punte, Ilicic e Zapata. Juric risponde col 3-4-2-1 con Di Carmine punta unica e Zaccagni e Barak a supporto. La partita è molto tattica, caratterizzata da duelli uno contro uno; è bravo soprattutto Lovato nel tenere testa a Zapata. Entrambe le squadre sono aggressive con pressing alto e il Verona lo fa molto bene tenendo gli avversari a distanza. Al minuto 18 la prima occasione per l'Atalanta: Gomez serve Zapata, tocco per Ilicic che però col sinistro calcia alto da ottima posizione. Anche Freuler e Mojica ci provano, ma i loro tiri terminano sul fondo. Alla mezz'ora Juric perde Lovato, il migliore della sua difesa: entra Danzi con Dawidowicz che arretra e lascia la marcatura a uomo di Gomez al neo entrato. Al 34′ Mojica da rimessa laterale smarca il Papu che va sul fondo, rientra e spara col destro, ma Silvestri è attento. Lo stesso Gomez, nel minuto di recupero, si libera alla grande ma dal limite spreca con un tiraccio.

<<La cronaca della gara>>

L'Atalanta ci prova ma passa il Verona

A inizio ripresa Juric cambia Danzi con Veloso. Ma è l'Atalanta a spingere forte alla ricerca del gol, con una grande chance per Toloi che calcia col destro ma trova pronto Silvestri. Veloso risponde scheggiando la traversa con un bel sinistro. Al minuto 55 nerazzurri pericolosissimi: Silvestri salva dopo un angolo su un colpo di testa di Zapata e ancora successivamente su Djimsiti. Tameze è provvidenziale poi su Toloi, mentre Di Carmine di testa spreca da buona posizione. Juric cambia il suo centravanti con Salcedo e fa entrare anche Colley al posto di Ilic. Dopo un'ora di gioco l'episodio decisivo: Toloi da dietro spinge Zaccagni in area. E' un fallo da rigore e Miguel Veloso dal dischetto non sbaglia per il vantaggio veneto.

Zaccagni chiude i conti

Gasperini cambia gli attaccanti: escono Ilicic e Zapata ed entrano Lammers e Muriel. Poi tegola per i bergamaschi: torna a farsi male al ginocchio Gollini che deve lasciare i suoi e al suo posto entra Sportiello. Psicologicamente aver subito il gol e aver perso il portiere, è un colpo da ko per l'Atalanta che risente anche delle energie spese a Liverpool e non riesce più a reagire, nonostante la buona volontà di Muriel che si inventa un'occasione ma poi calcia male col destro. Al 78′ lo stesso colombiano di testa manda la sfera alta dopo un cross di Hateboer. L'Atalanta si sbilancia e il Verona raddoppia al minuto 83: ripartenza e lancio per Zaccagni che controlla col tacco e poi batte Sportiello col piattone destro per lo 0-2 che chiude i conti.

Atalanta-Verona 0-2 (0-0)
Atalanta (3-4-2-1): Gollini (21′ st Sportiello); Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Mojica (33′ st Ruggeri); Ilicic (18′ st Lammers), Gomez (33′ st Diallo); D. Zapata (18′ st Muriel) (31 Rossi, 4 Sutalo, 17 Romero, 21 Piccini, 27 Depaoli, 32 Pessina, 43 Panada). All.: Gasperini
Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Lovato (32′ pt Danzi, 1′ st Veloso), Ceccherini (29′ st Favilli); Faraoni, Tameze, Ilic (13′ st Colley), Dimarco; Barak, Zaccagni; Di Carmine (13′ st Salcedo) (22 A. Berardi, 25 Pandur, 36 Amione, 49 Ilie, 13 Udogie, 4 Veloso, 16 Terracciano, 99 Bertini). All.: Juric
Arbitro: Massa di Imperia
Reti: nel st 17′ Veloso (rig.), 38′ Zaccagni
Angoli: 4 a 1 per l'Atalanta
Recupero: 1′ e 4′
Ammoniti: Ceccherini, Dawidowicz, Toloi, Diallo, Veloso per gioco falloso, Hateboer per comportamento non regolamentare, Gasperini al 20′ pt per proteste.