Italy

Atalanta-Verona 0-2, Veloso e Zaccagni: vittoria e sesto posto in classifica

Passare da ostriche e champagne a Liverpool al pasteggiare con acqua liscia e riso in bianco a Bergamo. Nel giro di quattro giorni. È la dieta dell’Atalanta che se in Europa stupisce e riesce ad affondare l’inaffondabile Liverpool, in campionato è lo spettro di se stessa, come dimostrano lo 0-2 subìto dal Verona ieri sera e l’unica vittoria (a Crotone) nelle ultime sei partite.

La gara è complicata. Perché le due squadre coprono perfettamente il campo e aggrediscono con un pressing altissimo per soffocare sul nascere la manovra avversaria. Impossibile il fraseggio. Si cercano i cambi di fascia o, più spesso, il lancio lungo dalla difesa.

Lo spettacolo non è un granché, almeno nel primo tempo. Le occasioni arrivano su sbavature. Le due più nitide sono per i padroni di casa: Ilicic, l’eroe di Anfield, fallisce un comodo rigore in movimento, mentre poco dopo è Freuler a spedire a lato.

Nella ripresa i ritmi rallentano e si vede calcio. L’Atalanta continua a fare la partita. L’Hellas, senza energie per pressare a tutto campo, si affida al contropiede e quasi passa, ma la sassata di Veloso scheggia solo la traversa. Il forcing nerazzurro aumenta. Le possibilità, ora, piovono dall’alto: Zapata, Toloi e ancora Zapata nel giro di due minuti sprecano il tap in da un metro.

Dall’altra parte è Di Carmine, sempre da un metro, a sprecare. La svolta al quarto d’ora, quando Toloi abbatte Zaccagni in area. Rigore, che Veloso trasforma alla perfezione. Il portoghese è l’uomo che spacca il match perché è lui a servire l’assist delizioso per Zaccagni che manda in cavalleria il match. E proietta il Verona in zona Europa, il sorpasso sui nerazzurri è compiuto.

Football news:

Io credo in Zlatan. L'attaccante del Milan Zlatan Ibrahimovic ha risposto alla domanda sulla probabilità di vittoria della squadra in Serie A
Man City non ha ancora offerto Aguero e Fernandinho di estendere i contratti
Frank Lampard: il Chelsea non ha Hazard, che ha rappresentato il 50% di gol e assist, e Diego Costa con 30 gol a stagione
Date alla Juve dieci Manjukic e vinceremo la Champions League. Il Nuovo Arrivato di Milano ha avuto un incubo con Messi, ha litigato con Pep ed è stato il preferito di Allegri
Il Real Madrid può firmare Aguero, Giroux about Milica dopo la partenza di Jović
Chelsea ha speso per i trasferimenti nel 2020 più di tutti in Europa. Manchester United-2°, Man City-3 °
Zlatan segna ogni anno dal 1999. Ieri ha segnato i primi gol nel 2021