Italy

Attacco in chiesa a Nizza, tre morti. Una donna decapitata, il sacrestano sgozzato. Il sindaco: ''E' terrorismo''

NIZZA (Francia). Attacco con il coltello in Francia, tre persone sono morte alla chiesa di Notre-Dame a Nizza. L'area è blindata e la polizia è riuscita a ferire e fermare l'assalitore. 

La zona è ancora chiusa e le forze speciali approfondiscono l'eventuale presenza di altri complici nell'azione di questa mattina, giovedì 29 ottobre.

Una donna è stata decapitata, il sacrestano sgozzato, mentre una terza persona gravemente ferita sarebbe deceduta dopo essersi trascinata in un vicino locale per cercare aiuto e riparo.

Ci sono altri feriti, alcuni gravi. "Non ci sono dubbi sul fatto che fosse un militante islamo-fascista" dice il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, il quale riporta che l'assalitore ha continuato a urlare "Allah Akbar".

Il presidente Emmanuel Macron è atteso per le prossime ore a Nizza. E' il terzo attacco in poco più di un mese dalla ripubblicazione delle caricature di Charlie Hebdo: prima di oggi c'è stato l'accoltellamento vicino all'ex sede di Hebdo e la decapitazione di Samuel Paty. 

Il 25 ottobre scorso la polizia aveva diramato una circolare per alzare il livello di allerta dopo vari appelli a colpire la Francia da gruppi terroristici.

Football news:

A Bruno riguardo al rigore dato a Rashford: era importante per lui acquisire fiducia. Non importa chi batte se la squadra segna
De Ligt su 2-1 con Ferencvaros: la Juventus ha dovuto muovere la palla più velocemente e agire più forte
Minges sul debutto per il Barça: molto felice. Spero che questo sia l'inizio di qualcosa di grande e significativo
Potete chiederlo nello spogliatoio, se avete il coraggio. Tuchel-giornalista sulla questione della qualità del gioco PSG
Morata su 2:1 con Ferencvaros: sembrava una partita di 20 anni fa. Hanno giocato a calcio difensivo
La Juventus per la prima volta in 123 anni di storia del club ha giocato senza italiani in difesa e in porta
Kuman su 4:0 con la Dinamo Kiev: oggi è stato il Barcellona che vogliamo vedere