Il presidente del Barcellona, Josep Bartomeu, si è dimesso con tutta la giunta al termine della riunione della stessa giunta, convocata d'urgenza dopo la decisione della Generalitat catalana di dare il via libera al voto tra i soci per la sfiducia. Il presidente dei blaugrana lascia l'incarico e non si sottoporrà  quindi al referendum che si sarebbe dovuto svolgere l'1 e il 2 novembre. Bartomeu ha quindi ceduto alle pressioni appena 24 ore dopo aver ribadito di non avere intenzione di dimettersi.

In carica dal 2014 al posto di Sandro Rosell, Bartomeu è il presidente del triplete del 2015, ma negli ultimi anni è finito nel mirino delle critiche e anche i rapporti con i calciatori più importanti, da Messi a Piqué, erano ormai ai minimi termini.