Italy

Battisti e il boccone "indigesto". Ora si lamenta pure del menù

L’ex terrorista rosso Cesare Battisti, che sta scontando due ergastoli per quattro omicidi commessi alla fine degli anni Settanta e attualmente è detenuto nel reparto di massima sicurezza del carcere di Massama a Oristano, torna a far parlare di sé.

Questa volta l’ex militante dei Pac, i Proletari armati per il comunismo, si è lamentato per il cibo servito nell’istituto penitenziaria giudicato poco, di scarsa qualità e non adeguato per chi, come lui, è affetto da diverse patologie. Questo è l'oggetto del ricorso presentato al tribunale di Sorveglianza di Cagliari dall'ex latitante. Battisti, però, ha colto la palla al balzo e, approfittando dell'occasione, ha anche voluto sottolineare le sue condizioni di recluso costretto in isolamento. L’ex terrorista rosso, assistito dall'avvocato Gianfranco Sollai, ha presentato un reclamo in cui ha richiesto ulteriori esami clinici per ottenere pasti adeguati in quanto quelli consumati fino ad ora non sarebbe adeguato al suo stato di salute.

"Gli altri detenuti di Massama hanno la possibilità di cucinare, mentre lui no, perché è in isolamento e, dunque, non può che servirsi dei cibi preconfezionati che passa la struttura", ha precisato il difensore di Battisti. Per questo motivo, Sollai ha già depositato la richiesta per ottenerne l'uscita dal regime di isolamento che il suo assistito avrebbe dovuto scontare per sei mesi ma ancora in corso per carenze strutturali. "Io capisco che queste considerazioni non facciano piacere all'istituto e probabilmente non è neanche colpa della struttura, ma le devo fare perché sto male", ha detto Battisti davanti ai giudici della Sorveglianza quasi a voler rimarcare che la sua richiesta non è un capriccio ma è legata ad una questione di salute.

Sulla possibilità che l’ex terrorista dei Pac possa avere cibi diversi, il giudice deciderà entro dieci giorni. Su questi tema, nel frattempo, la Procura generale ha chiesto che la domanda sia respinta. Sulla richiesta di sostituire l'isolamento "come previsto dalla legge", invece, il Tribunale deve ancora fissare la data dell'udienza. Battisti era già comparso davanti ai giudici di sorveglianza a metà maggio chiedendo la detenzione domiciliare per evitare una possibile infezione da coronavirus ma il tribunale aveva respinto la sua richiesta.

Dopo essere stato arrestato in Bolivia nel 2019 per i quattro omicidi a lui attribuiti, l'ex terrorista dei Pac aveva riconosciuto le proprie responsabilità nel momento del rientro in Italia. La condanna era arrivata per aver assassinato il 6 giugno 1978 Antonio Santoro, maresciallo del Corpo degli agenti di custodia, il gioielliere Pierluigi Torregiani ed il macellaio militante nell'Msi Lino Sabbadin il 16 febbraio 1979 e l'agente della Digos Andrea Campagna il 19 aprile 1979.

Football news:

Lineker about Bale: le persone non hanno idea di cosa stia realmente accadendo a uno dei migliori giocatori del nostro tempo
Lionel Messi: Adurisa mancherà a tutti nella Liga. E ' un capocannoniere
Shakespeare è diventato assistente allenatore presso L'Aston Villa
In Inghilterra per il razzismo possono chiudere lo stadio per il pubblico. I giocatori saranno squalificati per 6-12 partite per discriminazione
Hans-Dieter Flick: capirò se Tiago vuole giocare in APL
Quique Setien: non pensavo che la partita contro il Napoli potesse essere l'ultima per me a capo del Barça
Dove si è fermata la Champions League: Sarri rischia di volare da Lione, e il Real Madrid è fuori dalla città