Italy

Beccalossi compie 65 anni: la rivalità con Muller, il rimpianto Mundial, gol spettacolari e mediani che sgobbavano per lui

Diventato mancino in un garage, arrivò dalla provincia per conquistare la Milano nerazzurra: restò all’Inter dal 1979 al 1986

di Andrea Sereni

«Lui non giocava con il pallone, era il pallone che giocava con lui. Lui non lo calciava, l’accarezzava riempiendolo di coccole»: così Peppino Prisco, l’avvocato, parlava di Evaristo Beccalossi. Innamorato di quel riccioluto centrocampista, lui come tutti i tifosi dell’Inter nella prima metà degli anni 80. Fantasista mancino, indolente e bello, lento e dall’andatura ciondolante, «Driblossi» (soprannome datogli da Gianni Brera) compie oggi 12 maggio 65 anni. In sei anni a Milano è riuscito ad entrare nel cuore di ogni interista. A San Siro in quel periodo si leggevano striscioni tipo «Evaristo, sei meglio di Cristo», con 80mila persone a urlare il suo nome. In un ciclo iniziato e idealmente concluso nella sua Brescia.

Football news:

Allenatore della Nazionale Scozzese Clark: durante la fase a gironi ci sono stati molti buoni momenti, ma non punti segnati
L'Inghilterra è il vincitore più noioso della band nella storia. Sono bastati due gol! 😳
Dalic-i tifosi Dopo L'ingresso nei playoff di Euro: tu sei la nostra forza e noi saremo il vostro orgoglio
Luka Modric è diventato L'autore più giovane e più vecchio del gol della Croazia per L'Euro
Allenatore Ceco Shilgava: siamo usciti dal gruppo e abbiamo lottato con L'Inghilterra per il primo posto. Hanno ottenuto ciò che volevano
Gareth Southgate: L'Inghilterra ha voluto vincere il gruppo e continuare a esibirsi a Wembley - ed è riuscito
Luka Modric: quando la Croazia gioca così, siamo pericolosi per tutti