Una tragica fatalità. Il colpo è partito per errore. E' stata dichiarata la morte cerebrale per il bimbo di 7 anni che ieri mattina a Roma è stato raggiunto da un colpo di pistola che sarebbe stato esploso dal nonno. E' quanto si apprende da fonti inquirenti. Al momento chi indaga esclude il gesto volontario. Il procedimento in Procura sarà rubricato con il reato di omicidio colposo.  Il bimbo, 7 anni, questa mattina era in casa  on il nonno e il papà, in zona Conca d'Oro a Roma, quando è stato raggiunto alla testa da un colpo di pistola. L'arma è regolarmente detenuta. Il bimbo è stato portato in ospedale, al Policlinico Umberto I, in gravi condizioni.

Il bambino era andato a trovare il nonno insieme al padre. Mentre il genitore si è allontanato per andare al bagno, lil colpo d'arma da fuoco e la tragedia: il piccolo era riverso in terra, con una ferita alla testa. Sul posto il personale medico del 118, che ha portato il minorenne all'Umberto I con urgenza, e la polizia con gli agenti del Commissariato Fidene e la squadra della Scientifica. Secondo i primi riscontri investigativi a sparare sarebbe stato proprio il nonno. "È partito un colpo per errore", ha detto più volte l'uomo agli agenti.  Sotto shock il nonno, regolare possessore dell’arma.

I due uomini sono stati portati via separati dall’appartamento al secondo piano di via Val Sillaro dove il papà del piccolo, residente a Palombara Sabina, lo aveva accompagnato questa mattina per farlo stare col nonno. Gli agenti della Scientifica, che hanno effettuato i rilievi in casa portando via vestiti e armi (tutte detenute legalmente), hanno analizzato anche le mani dei due uomini a caccia di eventuali tracce di polvere da sparo, nel tentativo di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Play

Replay

Play Replay Pausa

Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio

Indietro di 10 secondi

Avanti di 10 secondi

Spot

Attiva schermo intero Disattiva schermo intero

Skip

Attendi solo un istante

, dopo che avrai attivato javascript

...
Forse potrebbe interessarti

, dopo che avrai attivato javascript

...

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Il piccolo era stato trasportato in codice rosso in gravi condizioni al policlinico Umberto I, dove è stato sottoposto a un intervento neurochirurgico. Al termine dell’intervento è stato ricoverato in terapia intensiva pediatrica in prognosi riservata. Non ci sono speranze.

In Evidenza