Con l’emergenza Coronavirus le nostre abitudini sono cambiate e, insieme ad esse, sono cambiati la percezione del tempo e il rapporto col nostro appartamento. Molti di noi l’hanno dovuto trasformare in ufficio, altri ancora hanno improvvisato un'aula di scuola per i propri figli.

Tuttavia, l’obbligo forzato a restare in casa ha sollevato molti dubbi in merito ai consumi di energia elettrica e gas: se prima si azionavano gli elettrodomestici solo di sera, oggi si cucina ad ogni ora. Si guarda la tv, si tengono le luci accese. Si consuma molto, insomma, soprattutto se si esercita lo smart working o lo smart learning. Per venire in aiuto dei cittadini, SOStariffe.it ha messo a disposizione l’analisi delle offerte disponibili nel mercato libero. E, nello specifico, le tariffe che riguardano il consumo nelle ore diurne.

Obbligatorio dal 1° gennaio 2022, il passaggio al mercato libero potrebbe essere una soluzione intelligente già da ora, visto il periodo eccezionale che stiamo attraversando.

Lo studio effettuato da SOStariffe.it coinvolge tre profili tipo: i single, le coppie e le famiglie. Dall’analisi si evince che - in questo momento storico - i consumi per luce e gas, in tariffa di mercato tutelato, sono di circa 613€/anno per i single, 1.046€/anno per le coppia e 1.647€/anno per le famiglie

Passare tutta la giornata in casa, in modo particolare per chi svolgerà lo smart working o lo smart learning, comporterà un aumento rispettivamente per la luce e per il gas del 29,6% e del 22,1% per i single, del 21,8% e  del 22,2% per le coppie, del 32,4% e del 31,9% per le famiglie.

Come rimediare a questo corposo aumento? Scegliendo proprio il mercato libero. In questo modo, i single potranno risparmiare 117 euro sul consumo di luce e gas, le coppie 203 euro e le famiglie addirittura 395 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Attendi solo un istante

, dopo che avrai attivato javascript

...
Forse potrebbe interessarti

, dopo che avrai attivato javascript

...

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

In Evidenza