Italy

Bollette meno care: luce -18%, gas -13,5%. Risparmio annuo di 184 euro a famiglia

consumi

di Claudia Voltattorni

Meno 18,35 per la luce e meno 13,5% per il gas. Calano ancora nel secondo trimestre 2020 le bollette per energia elettrica e riscaldamento a causa delle «perduranti basse quotazioni delle materie prime nei mercati all’ingrosso, legate ad una decisa riduzione dei consumi», spiega l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera). Ma anche l’emergenza Covid-19 contribuirà al calo dei consumi nei prossimi mesi, continua l’Autorità, tanto che per una famiglia tipo1 ci sarà un risparmio medio di 184 euro all’anno.

Effetti della pandemia

Il petrolio è in forte calo, scrive l’Arera, con «una riduzione sensibile della domanda giù nel mese in corso e in quelli successivi per effetto delle misure stringenti adottate dalla maggior parte dei Paesi in relazione alla pandemia». Il gas naturale continua a registrare prezzi in calo, un trend giù iniziato nel primo trimestre 2020. E così l’energia elettrica con l'effetto di un forte calo dei costi sulla spesa, pur rimanendo invariate, sottolinea l’Autorità, «gli oneri generali e le tariffe regolate di rete (trasmissione, distribuzione e misura)».

«Rallentamento economia»

Se da un lato il calo delle bollette è una buona notizie per le famiglie e per le imprese italiane, all’altro dimostra «il riflesso di un rallentamento globale dell’economia», spiega Stefano Besseghini, presidente di Arera: «Mai come in questo momento è evidente la complessità de legami di sistema energetico».Ecco perché «su questo labile equilibrio le istituzioni, i governi e le autorità di regolazione devono operare, durante questa emergenza per garantire continuità dei servizi e sostegno ai cittadini, senza compromettere la tenuta del sistema». Dall’altro lato, continua Besseghini, «anche i cittadini, mantenendo la regolarità dei pagamenti, in un momento straordinario come questo, stanno già contribuendo con un importante atto di solidarietà».

«Stop al pagamento»

Ma da giorni le associazioni dei consumatori chiedono invece lo stop al pagamento delle bollette almeno per le famiglie più in difficoltà. Federconsumatori suggerisce di finanziare questa misura «attraverso le somme accantonate in passato con il pagamento dei gravosi oneri di sistema accantonati da parte dei cittadini». E anche il Codacons chiede la sospensione per tutti gli italiani, non solo quelli delle zone ex rosse che godono dello stop fino al 30 aprile: «Milioni di famigli e e attività hanno subito una drastica riduzione delle proprie entrate e in tale situazione di emergenza pagare le utenze può risultare difficoltoso: perciò chiediamo al governo di disporre la sospensione immediata delle bollette di luce e gas».