Italy

Bonus baby sitter, pagamenti in ordine cronologico. Tridico: «Ma i fondi non si esauriranno»

La misura

di Massimiliano Jattoni Dall’Asén

«Per il bonus baby sitter, come quello per gli autonomi, non ci saranno problemi: i fondi non si esauriranno». Parola del presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, che ospite di Sky Tg24 ha poi spiegato che si procederà con «un monitoraggio e nel caso si profilasse la necessità di nuove risorse sarà avvisato il governo che ha già detto che queste misure andranno rifinanziate in emergenza».

Le parole di Tridico cercano di rassicurare dopo che la circolare dell’Inps con le modalità per accedere al bonus, andata online oggi, spiega che le domande per i voucher baby sitter vengono prese in considerazione “in ordine cronologico” e “l’accoglimento dell’istanza” è “ fino all’esaurimento dei fondi complessivamente stanziati e destinati alla misura agevolativa». Tridico ha spiegato che in realtà la graduatoria cronologica non ha «un limite oltre il quale non è possibile inoltrare la domanda». Insomma, «non c’è scadenza: le domande di accesso al bonus sono sempre possibili». «Abbiamo fatto le stime al millimetro», ha aggiunto per rassicurare professionisti e famiglie , «cercando di prevedere l’accesso al beneficio di più persone possibili, siamo stati i piu generosi possibili». E proprio sull’ammontare delle risorse disponibili ha chiarito che «tutte le prestazioni sociali hanno un limite di spesa, è nella norma, come per il reddito di cittadinanza, ma il Governo ha già detto che queste misure vengono rifinanziate in emergenza».

Il bonus baby sitter vale per tutte quelle famiglie con figli di età non superiore ai 12 anni e può essere richiesto in alternativa al congedo parentale straordinario 2020. Il beneficio spetta, con importi complessivi fino a 600 euro (che diventano 1000 per medici, operatori sanitari e militari impegnati nell’emergenza coronavirus). Il voucher, nel caso di dipendenti del settore privato, può essere chiesto dagli iscritti alla gestione separata, dagli autonomi iscritti e non iscritti all’Inps. Per quanto riguarda la tempistica, Tridico ha detto che «la prossima settimana daremo il via alle domande». Dunque, dopo la domanda per la cassa integrazione ordinaria, già online, e quella della prossima settimana per la cassa integrazione in deroga, «entro 30 giorni», ha concluso il presidente dell’Inps, «riusciremo a pagare le prestazioni per la cassa e per i bonus».

Le domande per ottenere il voucher, potranno essere presentate tramite: applicazione web online, disponibile su portale istituzionale Inps; contact center integrato; patronati, attraverso i servizi offerti gratuitamente dagli stessi. Preannunciato un “pin semplificato” per avviare la procedure online. «La seconda parte arriverà sul cellulare e non alle Poste», ha concluso Tridico.