Italy

Borussia Dortmund-PSG 2-1: Haaland, doppietta mostruosa. Neymar e Mbappé si arrendono

Un alieno ha deciso il primo atto dell'ottavo di finale di Champions League tra Borussia Dortmund e Paris Saint-Germain. E' Erling Haaland, il più atteso della sfida al pari di Neymar e Mbappé, eclissati in seguito ad un'altra prestazione monstre. In Germania la gara d'andata è finita 2-1 con doppietta del norvegese e momentaneo pareggio dell'asso brasiliano. Il confronto resta aperto ed equilibrato, ma il Borussia Dortmund fa sul serio.

Primo tempo bloccato

Tra due delle squadre più offensive d'Europa ci si aspettano i fuochi d'artificio, invece la prima parte di gara assomiglia più ad una sfida di scacchi. Borussia Dortmund e PSG si temono e si studiano a vicenda: non si sbilanciano e mettono la testa nella trequarti avversaria solo nei rari casi di break in mezzo al campo. L'enorme potenziale offensivo a disposizione di entrambe le squadre è disinnescato in maniera efficace. Mbappé è forse il più in ombra, Neymar ci prova di più. Dall'altra parte Sancho e Haaland sono vivaci ma pungono poco, con l'attaccante norvegese smanioso di lasciare il segno anche in questa gara.

Haaland la vince da solo

Al rientro in campo Borussia e PSG non ritrovano le stesse misure nell'assetto difensivo e la partita diventa immediatamente più gradevole. Su entrambi i versanti si ha la sensazione che possa arrivare il gol. A rompere l'equilibrio ci pensa naturalmente lui, il protagonista più atteso: Erling Haaland. Il centravanti norvegese si trova al posto giusto nel momento giusto per trasformare una palla vagante nel gol del vantaggio. L'esperienza del PSG e dei suoi uomini migliori torna utile qualche minuto più tardi, quando Mbappé e Neymar confezionano la rete del pareggio che tornerà utile in chiave qualificazione. Ma al Signal Iduna Park è la notte di Haaland e l'ex Salisburgo lo certifica con un nuovo capovolgimento di fronte, raccogliendo l'assist di Reyna – provvidenziale il suo ingresso – per fulminare Navas con un mancino più potente che angolato. Ancora Neymar prova a raddrizzare l'incontro, colpendo un incrocio dei pali, ma non c'è storia. Era scritto nelle stelle che dovesse essere un'altra serata da copertina per Erling Braut Halaand.