Italy

Bugo su Morgan: “Mi ha sfregiato come artista. Più che con me, dovrebbe fare pace con se stesso”

Bugo è stato ospite della puntata de ‘L'assedio‘ trasmessa mercoledì 19 febbraio. Ospite di Daria Bignardi, ha parlato a lungo della lite avuta con Morgan sul palco dell'Ariston nel corso del Festival di Sanremo 2020. Come ormai tutti sanno, Morgan ha modificato il testo di ‘Sincero‘ per inveire contro Bugo. Così, sono stati entrambi squalificati. La conduttrice ha detto la sua in proposito, prima di lasciare la parola all'artista: "È interessante parlare di questa vicenda di Sanremo perché è romanzesca, soprattutto se uno ti conosce da tempo e sa chi sei artisticamente, il lavoro che hai fatto per 20 anni e che ci tenevi tanto a essere su quel palco…poi sei l'unico artista che arriva a Sanremo e se ne va". Bugo ha replicato:

"È stata una roba incredibile. Già entrare a Sanremo a 46 anni non è scontato. Scegliere un personaggio come me, sconosciuto alla massa, e uno come Morgan conosciuto per le sue storie, è un grande merito di Amadeus. Se mi avrebbe scelto anche senza Morgan? Bisognerebbe chiederlo a lui".

La reazione di Bugo ai versi di Morgan contro di lui

Bugo ha spiegato che sin da subito ha avuto l'impressione che la voce di Morgan fosse perfetta per la canzone ‘Sincero'. Quando Amadeus ha comunicato loro che erano nella lista dei Big sono stati felici. Poi, però, è accaduto quello che tutta l'Italia ha visto. Bugo è tornato con la mente al momento in cui ha capito ciò che Morgan stava facendo:

"Ho reagito con sincerità e spontaneità. In quel momento non ho pensato, mi sono fatto trasportare dalla mia personalità. Ho capito subito che c'era qualcosa che non andava, dal primo verso. Mi sono avvicinato a Morgan, prendendo il primo foglio e buttandolo via. Non ho pensato ‘Vado via', sono uscito e basta".

Bugo, la lite e la replica alla richiesta di Morgan di fare pace

Daria Bignardi, allora, ha mostrato a Bugo le immagini della lite con Morgan partendo dal battibecco dietro le quinte. Il cantante ha spiegato che è stata un'esperienza forte dal punto di vista emotivo: "A rivederlo è come se vedessi un film. Ormai l'ho interiorizzato. È stata una cosa emotivamente forte per tutti. Quando la riguardo, non penso nemmeno di averla vissuta quella cosa. Che brutto. Conosco Morgan da 17 anni, con gli amici si discute ma si deve superare. Arrivare a questo livello però…". Gli è stato fatto presente che Morgan gli ha fatto una proposta: "Bugo, se chiedi scusa a Sergio Endrigo, io chiedo scusa a te" (Castoldi è convinto che Bugatti abbia mancato di rispetto alla memoria di Endrigo, interpretando in modo non appropriato il brano ‘Canzone per te' nella serata dei duetti). Bugo ha replicato alla proposta di pace:

"Io non ce l'ho veramente con lui. Posso fare anche pace con lui, ma lui dovrebbe fare pace con se stesso non con me. Mi chiedono spesso perché volessi fare qualcosa con lui: perché l'amicizia è un valore e poi ritengo Morgan una persona in gamba dal punto di vista artistico. Arrivare a quel livello lì, però…si può arrivare anche a degli screzi, ma fare una cosa del genere mi turba. Sfregiare il volto artistico di un'altra persona è una cosa brutta, che un artista non dovrebbe fare".

La tesi del complotto per i versi della canzone ‘Che ci vuole'

Nella canzone ‘Che ci vuole', Bugo canta: "Che ci vuole a tirarsela un pò, basta dire che Sanremo fa cagare, che ci vuole a diventare famosi, basta un vaffanculo in tv". Alla luce di quanto accaduto, c'è chi lo ha accusato di aver premeditato tutto. Il cantante ha replicato: "Questa storia è romanzesca in tutto. Ora vanno a trovare il cavillo. In quella canzone scherzavo sul fatto che c'è snobismo su Sanremo, invece per me è uno spaccato dell'Italia". Infine, ha concluso:

"Sono ancora stanco e turbato da quella vicenda, però ora voglio trarre anche godimento da quello che mi sta succedendo, dal fatto che l'album sta piacendo tanto e che il video ha tante visualizzazioni".