Gli agenti stanno ascoltando testimoni e visionando le immagini dei circuiti di videosorveglianza per rintracciare l'uomo responsabile delle molestie

Molestata e palpeggiata in diretta tv, mentre stava lavorando: è accaduto alla giornalista di Toscana Tv, Greta Beccaglia, palpeggiata da un tifoso mentre sta raccogliendo interviste all’esterno dello stadio ‘Castellani’ di Empoli, dopo il derby con la Fiorentina. Il conduttore in studio, Giorgio Micheletti, anziché stigmatizzare l’episodio, invita la cronista a “non prendersela“. Con grande professionalità, Greta Beccaglia porta avanti la diretta pur trovandosi in una sorta di girone infernale in cui continuano le molestie verbali e fisiche. Solo dopo il secondo episodio di palpeggiamento, il conduttore in studio capisce la gravità della situazione e chiude il collegamento, consentendole di “reagire”.

Immediata la reazione e la solidarietà dei colleghi: Cpo Fnsi Cpo Usigrai e Giulia Giornaliste “esprimono solidarietà alla collega, vittima di un gesto odioso mentre sta facendo il suo lavoro e stigmatizzano quanto detto in studio che derubrica la violenza ad atto goliardico”

Intanto la polizia ha avviato indagini per identificare l’uomo che ha molestato la cronista dell’emittente Toscana Tv. La polizia sta ascoltando testimoni e visionando le immagini dei circuiti di videosorveglianza per rintracciare l’uomo responsabile delle molestie. La polizia ascolterà anche la giornalista per ricostruire l’accaduto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata