Italy

Calcio Napoli ed Inter non si fanno male: 1-1 al Maradona

In vantaggio per un autogol di Handanovic, i nerazzurri pareggiano nella ripresa con un gran gol di Eriksen. Partita molto tattica: giusto il pareggio

Dopo undici vittorie consecutive, l’Inter scende in campo al Maradona per mettere il sigillo su uno scudetto che solo la matematica non assegna.

Nel pomeriggio le vittorie di Milan ed Atalanta (nello scontro diretto contro la Juventus) costringono il Calcio Napoli a cercare i tre punti.

Fuori Ospina per problemi muscolari, Gattuso in attacco preferisce dal primo minuto Osimhen a Mertens mentre deve fare a meno di Lozano fermato dalla squalifica.

Il Calcio Napoli indossa la divisa firmata da Marcelo Burlon: una scelta di merchandising che è stata già premiata dal sold out negli store con buona pace della tradizione; il calcio è cambiato ed i soldi la fanno da padrone ormai da tempo.

Conte non ha problemi e schiera la migliore formazione con la miglior difesa del campionato e la migliore differenza reti.

Formazioni:

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Darmian; Lukaku, Lautaro

Cronaca essenziale:

Primo tiro in porta di Fabian Ruiz al 17’. Il tiro è centrale.

Azzurri in vantaggio al 36’ con un autogol di Handanovic

Bella azione di Insigne che crossa forte al centro. Sulla palla intervengono De Vrji e Handanovic. Il portiere, ostacolato dal compagno di squadra non riesce a trattenere il pallone e lo spinge in rete.

Palo di Lukaku al 38’ su azione di calcio di punizione. Immediata risposta dell’Inter.

Bella azione dell’Inter al 45’ con Meret bravissimo ad anticipare Barella.

Finisce il primo tempo con gli azzurri in vantaggio.

Dalle due facce i primi 45’: ritmi molto lenti fino al vantaggio del Calcio Napoli, poi si alzano i ritmi e soprattutto alza il baricentro l’Inter creando qualche problema alla difesa partenopea. 59% di possesso palla per il Calcio Napoli. 7 tiri a 5 per gli azzurri mentre a porta ha calciato più volte l’Inter (2) contro un solo tiro della squadra di Gattuso.

Pareggio dell’Inter con Eriksen al 54’.

Sulla respinta centrale di Manolas, Eriksen con un gran tiro dal limite di prima indovisa l’angolo opposto. Un bellissimo gol che giustifica l’ottima reazione interista dopo lo svantaggio. Nell’azione decisivo anche lo spunto di Hakimi su Mario Rui sulla fascia.

Vicino al vantaggio il Calcio Napoli al 63’ con un colpo di testa che sfiora il palo e con Fabian Ruiz in ritardo di pochissimo.

Primo cambio per Gattuso al 73’: esce Osimhen per Mertens. Anche Conte sostituisce Lautaro per Sanchez.

Clamoroso palo di Politano al 79’ dopo uno slalom in area. Nell’azione successiva ammoniuzione per Demme che, diffidato salterà la Lazio.

VAR all’81’ per un fallo su Zielinsky ma Doveri non assegna il rigore: l’intervento di De Vrji è sul pallone.

Elmas per Zielinski all’87. All’89’ dentro Hysaj e Bakajoko per Fabian Ruiz e Politano.

Grande chiusura di Manolas al 93’. Il greco ha disputato un’ottima partita.

Finisce 1-1 tra Calcio Napoli ed Inter. Un risultato che, prima della partita, poteva sembrare un buon compromesso per entrambe, diventa, in classifica, un passo indietro per il Calcio Napoli che adesso è a due punti dalla Juventus, a 4 dall’Atalanta ed a 6 dal Milan. La Lazio, con una partita da recuperare è ad appena due punti. Proprio la partita contro la Lazio di giovedì sarà determinante per i ragazzi di Gattuso.

Alla fine il pareggio è un giusto risultato con un Calcio Napoli che ha tenuto un ottimo possesso palla fino al vantaggio: nessun errore in impostazione ed Inter impossibilitata nel contropiede. La tecnica e la forza del’Inter si vede fino al gol del pareggio: la squadra di Conte mette lle corde gli azzurri con Hakimi che vola sulla fascia e con un baricentro decisamente più alto.

Finale a favore degli azzurri col palo di Politano che ancora trema.

Nel Calcio Napoli benissimo Manolas e Politano. Osimhen poco servito. Bene Mertens che è entrato col piglio giusto.

Alla fine 55% di possesso palla per gli azzurri con 12 tiri a 10 per gli uomini di Gattuso ma in porta ha tirato più l’Inter con 5 a 3. I 3 tiri in porta del Calcio Napoli certificano la forza della squadra di Conte che meritatamente viaggia verso lo scudetto.

Football news:

Vlašić ha superato Cristiano, ma è partito da Muriel, e Lukaku ha un record di 88% : continuiamo a scegliere il miglior giocatore della stagione in Serie A
Punizione per 9 club della Super League: una donazione totale di 15 milioni e un rifiuto del 5% dei proventi europei. Con il Real Madrid, la Juve e la barca, la UEFA promette di capire di più
Neymar estenderà il contratto con il PSG fino al 2026. Annunciano può sabato
L'Arsenal può firmare Onan se la sua squalifica viene ridotta. Ajax vuole un portiere di 14 milioni di euro
Lille mantiene il vantaggio in campionato 1 per due turni prima della fine. Le ultime partite - con Saint-Etienne e Angers
Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha risposto a una domanda su tre club che non sono ancora usciti dalla Super League: Real Madrid, Juventus e Barcellona
Golovin ha superato il test negativo per il coronavirus