Italy

Caso Mara Venier, contro di lei la Commissione Albo Odontoiatri: “Danno all’immagine dei dentisti”

Nelle ultime settimane Mara Venier ha vissuto periodo a dir poco negativo, a causa di un intervento ai denti riuscito male che le ha causato una paralisi a parte del volto e l'ha costretta a sottoporsi a una nuova operazione per rimediare al danno che avrebbe subito. Ora la Venier sta meglio e, dopo lo stop, tornerà in onda con Domenica In dal 20 giugno, per le ultime due puntate stagionali. Il fatto che abbia parlato diffusamente del suo problema ha però suscitato qualche polemica, con l'intervento della Commissione Albo Odontoiatri che ha inviato una lettera alla Rai, sostenendo come la categoria intera abbia subito un danno d'immagine a causa delle esternazioni della presentatrice.

La lettera della Commissione Albo Odontoiatri alla Rai

La lettera è firmata da Raffaele Iandolo, presidente della Commissione, ed è indirizzata al Presidente Rai Marcello Foa, al direttore di Rai Stefano Coletta e al Presidente della Commissione di Vigilanza Alberto Barachini. "Un incubo": così la Venier aveva definito la sua disavventura, alle prese con un intervento per un impianto (già previsto da mesi) durato diverse ore che si sarebbe rivelato per lei nefasto, tanto da portarla a perdere sensibilità al volto e a sottoporsi a un'operazione in ospedale. "Non posso non rilevare", ha scritto Iandolo "riguardo alla vicenda che negli ultimi giorni ha coinvolto la conduttrice televisiva sig.ra Mara Venier quale presunta vittima di complicanza a seguito dell’ inserimento di un impianto dentale da parte di un odontoiatra, un comportamento da parte della stessa, tramite il mezzo televisivo pubblico, finalizzato evidentemente a dare risonanza nazionale alla vicenda personale, con un danno all’immagine per l’intera categoria professionale odontoiatrica".

Mara Venier avrebbe fatto pubblicità al chirurgo che l'ha operata

Precisiamo che Mara Venier non ha fatto nome e cognome del dentista che sarebbe a suo dire responsabile del problema, ma ha citato lo specialista che l'ha operata la seconda volta. "Non posso esimermi dal rilevare la differenza che sussiste in termini di modalità di trasmissione del messaggio tra i social media e la Rai, avendo quest’ultima sempre fatto della qualità del servizio pubblico caratteristica ineludibile della comunicazione nel sistema radiotelevisivo italiano"., continua Iandolo. Il presidente parla di "un caso emblematico di strumentalizzazione dei canali TV nazionali" e in particolare punta il dito proprio contro la "propaganda pubblicitaria che la conduttrice ha messo in atto nei confronti del chirurgo maxillo-facciale, che le avrebbe risolto il problema rimuovendole l’impianto, menzionandolo ed elogiandolo più volte in interviste trasmesse su canali della rete pubblica nazionale". Da qui la protesta contro la Rai:

Orbene, la posizione di un personaggio pubblico, sicuramente più in vista di quella di un Odontoiatra che svolge la sua attività ispirandosi a principi etico-deontologici ineludibili per la professione, finisce dunque per favorire la rapida divulgazione di un messaggio probabilmente distorto o in ogni caso di parte, oltre che lesivo per l’immagine dell’intera categoria professionale odontoiatrica, senza per questo garantire un democratico confronto. Che, in ogni caso, andrebbe espletato, ad avviso di questa Commissione Albo Odontoiatri Nazionale, solo ed esclusivamente dinanzi alle autorità a ciò specificamente demandate. In conclusione, in qualità di Presidente della Commissione Albo Odontoiatri Nazionale, non posso non evidenziare che bene primario per la professione odontoiatrica resta ed è sicuramente la tutela della salute del cittadino, così come enunciato tra i principi fondamentali della Carta Costituzionale. Il bene “salute”, infatti, oltre che diritto soggettivo e individuale, costituisce anche un interesse per la collettività, in quanto strumento di elevazione della dignità individuale. Pertanto, in maniera speculare, lo Stato dovrebbe astenersi da azioni che potrebbero comportare la lesione dei relativi diritti.

Come sta Mara Venier

"Il problema non è risolto. Parte del mio viso ha perso la sensibilità per ora, spero di recuperarla presto, però voglio tornare a Domenica In e finire questa edizione", ha spiegato la Venier in un video social, confermando la sua presenza nel programma domenicale per il 20 giugno. La conduttrice ha parlato di "giorni molto difficili", precisando però di stare meglio. Alle prese con un nervo lesionato, ha già annunciato che agirà per vie legali.

Football news:

Atalanta darà Kovalenko affitto spezie
L'Inter non venderà Lautaro a causa della situazione contrattuale. Il prezzo del giocatore - 80-90 milioni di euro
Tebas sulla Super League: tutta questa situazione è una specie di scherzo. Almeno ora il Real Madrid, Barcellona e la Juve sono diventati più generosi
Il trasferimento di Greylish da Man City potrebbe far partire Bernard Silva. Il futuro di Sterling è in discussione
Jamie Carragher: se il Liverpool non si intensifica, sarà difficile far cadere la città dalla cima. E non dimentichiamo il Chelsea e il Manchester United
Messi non si allenerà con il Barça fino a quando non firmerà il Contratto
La Juventus firmerà L'attaccante Santos Cayo Jorge. Stipendio - 1,5 milioni di euro più bonus