This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Caso Open: Procura Firenze chiude indagini, tra 15 indagati anche Renzi

Leader Iv: 'Pericoloso sconfinamento dei giudici in politica'

19 ottobre 2021La procura di Firenze chiude le indagini su Fondazione Open, la cassaforte di Matteo Renzi quando era segretario del Pd, che sostenne le sue iniziative politiche, tra cui la kermesse della Stazione Leopolda. Oltre 3,5 milioni di euro di donazioni di denaro, in violazione delle norme sul finanziamento ai partiti, scivolati nella contabilità di Open fra il 2014 e il 2018 sono al centro dell'inchiesta e delle accuse, a vario titolo, per 15 indagati, 11 persone fisiche e quattro società.

A tutti è stato notificato l'avviso di conclusione indagini e tra loro c'è l'attuale leader di Italia Viva. Il senatore Renzi è ritenuto dagli inquirenti il direttore di fatto della ex fondazione, è accusato di finanziamento illecito ai partiti in concorso con l'ex presidente di Open, l'avvocato Alberto Bianchi, e con i componenti del cda, gli amici e compagni di strada Marco Carrai, Luca Lotti e Maria Elena Boschi. Tutte contestazioni prive di fondamento secondo lo stesso Renzi che, ricevuto l'atto, parla di "sconfinamento dei giudici in politica".

"La Leopolda - afferma - non era la manifestazione di una corrente o di una parte del Pd, ma un luogo di libertà, senza bandiere e con tutti i finanziamenti previsti dalla legge sulle fondazioni. Quando il giudice penale vuole decidere le forme della politica siamo davanti a uno sconfinamento pericoloso per la separazione dei poteri. Loro vogliono un processo politico alla politica. Noi chiederemo giustizia nelle aule della giustizia", ha concluso Renzi.