Italy

Caso Whirlpool, Conte: inaccettabile disimpegno dell'azienda, siamo al fianco dei lavoratori

Incontro con sindacati e dipendenti

Il Ceo Marc Blitzer ribadisce a Conte e Patuanelli: nessuna prospettiva per lo stabilimento di Napoli, che chiude il 31 ottobre, nonostante la disponibilità totale del Governo. Sindacati: sopruso inaccettabile. Stasera luci spente in città per iniziativa del sindaco in solidarietà con i lavoratori  

30 ottobre 2020Whirlpool cessa le attività produttive allo stabilimento di Napoli dal 1 novembre. Anche l'ultimo tentativo fatto dal presidente del Consiglio Conte con Marc Blitzer, amministratore delegato di Whirlpool Corporation, non ha sortito effetti. 

"Il Governo non può rimanere indifferente a questo disimpegno dell'azienda. Terremo duro su questa vertenza. Il governo è disponibile a fare qualsiasi cosa, siamo al vostro fianco, non potete dubitare di questo. Massima garanzia che il governo è al vostro fianco". Lo ha detto, a quanto si apprende, il premier Giuseppe Conte nel corso dell'incontro con i lavoratori della Whirlpool, a Palazzo Chigi. L'incontro si è svolto in video collegamento tra il presidente del consiglio e i sindacati su Whirlpool. Presenti anche i ministri Stefano Patuanelli e Peppe Provenzano. Per i sindacati, Fim Cisl, Fiom Cgil, Uil, Uilm, e Ugl.

Il  premier Conte ha informato i sindacati di aver avuto giovedì, insieme al ministro Patuanelli, "un lungo colloquio con il Ceo di Whirlpool, Marc Bitzer". All'azienda è stato chiarito "che c’è la massima disponibilità del governo", ma il Ceo ha confermato "che non riescono a creare una prospettiva per questo stabilimento di Napoli che renda competitiva questa produzione".

Conte e Patuanelli hanno ribadito tutti gli strumenti offerti alla multinazionale: incentivi, decontribuzione al 30%, contratti di sviluppo, fondi Industria 4.0, garanzie Sace, il fondo per le crisi d’impresa  - almeno 10 milioni di euro in equity, a fondo perduto -, benefici fiscali sotto forma di credito d’imposta e aiuti dagli enti locali con misure a sostegno della per la reindustrializzazione della Regione Campania.

Patuanelli: tavolo di crisi resta aperto


Il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli ha garantito che il tavolo di crisi resterà aperto al Mise e che pur non disponendo di strumenti cogenti per impedire il disimpegno dell'azienda, si
farà sentire in tutte le sedi. Conte ha però fatto notare che se anche si volesse andare verso una vertenza giudiziaria "non è questo che garantisce la continuità aziendale". Il premier ha insistito sul fatto che l'esecutivo è al fianco dei lavoratori, invitando tutti a tenere duro: "Grazie a tutti, forza!", sono le ultime parole a conclusione dell'incontro. Ma ai sindacati le rassicurazioni non sono bastate.

Nota unitaria Cgil Cisl e Uil Napoli


"Whirlpool conferma la sua decisione. Una scelta scellerata e ingiustificata che il governo, nonostante l'indubbia attenzione che ha dedicato alla vicenda, non è riuscito ad impedire". Così in una nota unitaria i segretari generali di Cgil Cisl Uil Napoli, Walter Schiavella, Gianpiero Tipaldi e Giovanni Sgambati. "Quel che è più grave - sostengono i tre segretari - è che, al di là dell'impegno ribadito dal governo a costruire insieme soluzioni, non ci sono ad oggi prospettive concrete per dare senso a quell'impegno".

Furlan: pressione deve continuare 


"Whirlpool è per tutto il sindacato una vertenza simbolo. Siamo stati noi a chiedere la convocazione di questo tavolo di confronto e la ringraziamo presidente Conte per aver convocato l'incontro di oggi e per la sensibilità dimostrata in questa vicenda, soprattutto di farsi partecipe rispetto a questo grave vertenza invitandola a prendere contatti con questa multinazionale. Ma la pressione del governo deve continuare a tutti i livelli, non è possibile accettare una cosa del genere". Lo ha detto la segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan, intervenendo all'incontro tra governo e sindacati sulla chiusura del sito Whirlpool di Napoli.

Landini: sopruso inaccettabile


"Chiedo al che Governo di prendere una posizione precisa sulla continuità produttiva. Non possiamo limitarci a prendere atto della decisione dell'azienda. La continuità produttiva è l'obiettivo che dobbiamo porci. La chiusura di Napoli rappresenta un sopruso che non possiamo accettare. La nostra lotta continuerà per far cambiare idea alla multinazionale". Lo ha affermato il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, in merito alla decisione di Whirpool di confermare la chiusura dello stabilimento di Napoli.

Bombardieri: rispettare gli accordi


"Ognuno di noi deve farsi carico di questo problema: siamo tutti insieme dalla stessa parte per rivendicare la continuità produttiva e il rispetto dell'accordo, ma abbiamo ruoli e responsabilità diverse. E questo pesa".E' quanto ha dichiarato il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, intervenendo nel corso dell'incontro tra governo e sindacati su Whirlpool.

Spera: no a  chiusura Napoli per salvare altri siti


"Con la scelta di lasciare Napoli si assiste ad un abbandono del nostro Paese da parte della multinazionale. È inaccettabile che il Ceo di Whirlpool dichiari che si chiuda il sito di Napoli per salvaguardare altri siti e che non ci siano margini per continuare la trattativa dopo gli accordi sottoscritti",  afferma Antonio Spera, segretario nazionale Ugl Metalmeccanici.

Luci spente a Napoli


Iniziativa, a sostegno dei lavoratori Whirlpool di via Argine, voluta dal sindaco Luigi de Magistris e dall'assessore al Lavoro Monica Buonanno  "Se chiude Whirlpool si spegne Napoli": alle 19 di stasera si spegneranno le luci di Palazzo San Giacomo (sede del Comune), del Maschio Angioino e di piazza Municipio

Football news:

Liverpool e Porto hanno fatto irruzione nei playoff Champions League-ci sono già 8 squadre. Quali? E chi sta per essere aggiunto a loro?
Ora Liverpool è anche senza Alisson. La vittoria del gruppo è stata aiutata dal suo turno di 22 anni con 0 minuti in APPL e Champions League
Diego Simeone: nelle tre partite in cui ci sono stati pareggi, abbiamo guadagnato di più
Conte sulla vittoria contro Gladbach:abbiamo battuto il leader del gruppo e siamo ancora vivi
Klopp sulla vittoria contro Ajax: una delle partite più importanti della Champions League nel mio tempo a Liverpool
Llorente sul pareggio con il Bayern: sentiamo rabbia e rabbia. Un rigore all'ultimo minuto lascia un sapore sgradevole
Jordan Henderson: consapevole dei problemi del Liverpool con gli infortuni, ma nello spogliatoio si sente l'unità