Italy

Cervino, guida salva alpinista vicentina in extremis da un volo di 200 metri

Ascolta l'audio

...caricamento in corso...

Il Rifugio Carrel, sul Cervino

Miracolata una alpinista dell’Alto Vicentino di 36 anni, che ieri è stata vittima di un grave incidente mentre scalava il monte Cervino, in Valle d’Aosta.

J.Z. – grande appassionata di montagna e di competizioni estreme – è stata salvata in extremis da una guida alpina dopo essere caduta per alcuni metri da una parete verticale sotto il rifugio Capanna Carrel, dove pernottano gli alpinisti che affrontano la salita alla vetta in due giorni.

Come riporta l’Ansa, “secondo quanto ricostruito dal soccorso alpino valdostano la donna stava scalando insieme con un’altra persona la parete della Chéminée, senza essere legata e tenendosi soltanto alla corda fissa. Quando ha mollato la presa è precipitata e dopo alcuni metri è finita su un terrazzino di roccia. Qui una guida alpina l’ha bloccata in tempo, prima che la caduta proseguisse”.

Trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Aosta, la 36enne vicentina è stata ricoverata in Rianimazione con prognosi riservata ma – secondo quanto riporta l’agenzia di stampa – non sarebbe in pericolo di vita. In passato alcuni alpinisti sono morti dopo che, sfiniti dalla salita della Cheminée, hanno lasciato la corda fissa e sono precipitati per circa 200 metri.

Articolo precedente

Football news:

L'interesse di Barcellona per Isacco è aumentato dopo la nomina di Kuman. Larsson alta opinione sul giocatore (Mundo Seportivo)
Manuel Pellegrini: quando si gioca contro il Real Madrid e VAR - è troppo
PSV e Porto sono Interessati al centrocampo di Barcellona Puig. Egli non vuole lasciare il club
Puyol su Barcellona: se vogliamo vincere il campionato, dobbiamo parlare molto bene
Schalke ha licenziato Wagner. La squadra da gennaio non ha vinto la Bundesliga
Yakini su 3:4 con Inter: anche il pareggio sarebbe un risultato ingiusto considerando quanti momenti ha creato la Fiorentina
Ramos Pro 3:2 con Betis: L'arbitro ha fatto del suo meglio e non ha fatto nulla di intenzionale