Italy

Champions, Dortmund-Psg 2-1: uragano Haaland, ai parigini non basta Neymar

DORTMUND – La maledizione degli ottavi di finale aleggia pericolosamente sul Psg. Il Borussia Dortmund, spinto dal muro giallo del Westfalenstadion, si aggiudica la gara d’andata grazie alla doppietta di Haaland e i parigini, sempre fuori al primo turno a eliminazione diretta nelle ultime tre edizioni di Champions, temono che il disastroso scenario possa materializzarsi ancora. Il gol in trasferta messo a segno da Neymar è comunque pesante e lascia apertissimo il discorso qualificazione, ma al Parco dei Principi servirà ben altra prestazione agli uomini di Tuchel, costretti oltretutto a rinunciare agli squalificati Meunier e Verratti. Sì perché il successo del Dortmund, più continuo e determinato nell’arco dei novanta minuti, alla fine è meritato e non può non gettare ombre sul prosieguo del cammino europeo dei campioni di Francia.
 

Icardi in panchina

Tuchel, al ritorno da ex al Signal Iduna Park, relega Icardi in panchina e si affida a un 3-4-3 con Di Maria e Neymar esterni e Mbappé punta centrale. Favre replica puntando sul baby prodigio Haaland e facendo esordire in questa Champions Emre Can, estromesso dalla lista Uefa nella prima parte di stagione dalla Juventus. Il primo tempo si gioca su ritmi piuttosto compassati, ma il Borussia si fa preferire e appare più convincente di uno spento Psg.
 

Navas decisivo su Sancho

I francesi si accontentano di un possesso sterile, mentre i padroni di casa, pur collezionando poche palle gol, dimostrano di poter fare male in contropiede. Il più attivo tra i gialloneri è Sancho, protagonista della migliore occasione, quando al 27’ costringe Navas a deviare in tuffo un velenoso destro a giro. Il Dortmund innesca almeno un altro paio di ripartenze pericolose, senza però riuscire ad affondare: all’intervallo il punteggio resta inchiodato sullo 0-0.
 

Neymar risponde a Haaland

La sfida si accende nella ripresa. I padroni di casa partono forte, ma il Psg cresce con il passare dei minuti e impegna per la prima volta Burki al 66’, al termine di una triangolazione perfetta tra Neymar e Mbappé chiusa da un bolide del francese. A rompere l’equilibrio, però, è Haaland che segna da autentico opportunista, sfruttando una ribattuta di Thiago Silva in area. I francesi non ci stanno e pareggiano al 75’ con il tocco ravvicinato di Neymar, dopo l’incontenibile discesa sulla destra di Mbappé.
 

Haaland colpisce ancora

L’illusione di tornare all’ombra della Torre Eiffel con un risultato favorevole viene spazzata via meno di due minuti dopo, quando ancora Haaland offre un saggio della sua potenza, spaccando la rete con un sinistro da fuori che non lascia scampo a Navas. Il Psg rischia il 3-1 sul diagonale in contropiede di Hakimi, sfiora il nuovo pareggio con un palo colpito da Neymar e vede sfumare le ultime speranze di evitare il ko nel recupero: Thiago Silva, infatti, manda alto di testa su calcio d’angolo. Niente è ancora deciso, ma nella sfida di ritorno Tuchel dovrà certamente osare di più.

  Borussia Dortmund-Psg 2-1 (0-0)


Borussia Dortmund (3-4-3): Burki; Piszczek, Hummels, Zagadou; Hakimi, Emre Can, Witsel, Guerreiro; Hazard (22′ st Reyna), Haaland, Sancho (46′ st Schmelzer). In panchina: Hitz, Akanji, Schulz, Dahoud, Gotze. All. Favre.
Psg (3-4-3): Navas; Marquinhos, Thiago Silva, Kimpembe; Meunier, Gueye, Verrratti, Kurzawa; Di Maria (31′ st Sarabia), Mbappé, Neymar. In panchina: Rico, Kouassi, Kehrer, Draxler, Icardi, Cavani. All. Tuchel.
Arbitro: Mateu Lahoz (Spagna).
Reti: 24′ e 33′ st Haaland, 31′ st Neymar.
Note: serata terrena, terreno di gioco in ottime condizioni. Ammoniti: Witsel, Gueye, Neymar, Meunier, Verratti. Angoli: 3-2 Recupero: 0′; 2′.