BERGAMO - Dopo l'impresa di Anfield, l'Atalanta non va oltre l'1-1 in casa contro il Midtjylland che invece conquista il suo primo storico punto in Champions League. Un pari alla fine indolore per gli orobici perché il Liverpool batte 1-0 l'Ajax e quindi ai nerazzurri basterà anche un pari ad Amsterdam nell'ultimo match del Gruppo D. Ma stasera i bergamaschi sono apparsi macchinosi e spenti, subendo il pressing dei danesi che passano nel primo tempo grazie a Scholz. Nella ripresa ancora tante difficoltà per i padroni di casa che trovano però il prezioso pareggio a 10′ dalla fine grazie al difensore Romero.

Colpo Scholz

Gasperini ripropone le due punte, Muriel e Zapata, con Gomez a supporto, come nel match di andata. A centrocampo Pessina con Freuler, mentre Sportiello rimpiazza l'infortunato Gollini. Per Priske, Kaba punta unica. Il Midtjylland gioca in modo aggressivo, sorprendendo la formazione orobica che soffre l'inizio del match. Dopo un tiro da fuori di Andersson controllato da Sportiello, grossa chance quando Dreyer se ne va da solo, penetra in area ma poi recupera alla grande Djimsiti che salva i suoi. L'Atalanta reagisce e Hansen blocca un tentativo di Hateboer, mentre Zapata calcia incredibilmente alto da due passi su un ottimo assist di Muriel. Zapata spreca ancora solo davanti al portiere, ma viene "salvato" da un offside. Al minuto 13 gli ospiti passano: lancio lungo, Kaba col petto serve Scholz che insacca con un gran destro dal limite dell'area.

<<La cronaca della gara>>

Reazione sterile dell'Atalanta

L'Atalanta torna a provarci ma un colpo di testa di Romero dopo un angolo è troppo centrale e facile per il portiere ospite. Poi i nerazzurri sbagliano tanto soprattutto nei passaggi con Muriel che quasi sempre scivola o tenta dribbling impossibili, mentre Zapata perde ogni duello con Hoegh e non riesce a tenere una palla in attacco. Solo dopo la mezz'ora arriva un'altra occasione quando Gomez seve in area Pessina, ma sinistro largo. E' comunque una reazione sterile quella degli orobici che non porta a risultati concreti. Dopo un destro alto di Mabil e un sinistro di Zapata troppo facile per Hansen, si chiude il primo tempo.


Romero rimette in pista i suoi
A inizio ripresa, Gasperini non leva dal campo gli spenti Muriel e Zapata, bensì Gomez per far entrare Ilicic. E l'Atalanta non riesce più ad attaccare e viene imbrigliata nella ragnatela danese che concede pochissimo. Ancora troppi i passaggi sbagliati dai bergamaschi che non riescono a ritrovare il loro solito gioco aggressivo e offensivo. Anzi, dopo un'ora di gioco è ancora il Midtjylland a sfiorare il raddoppio con un colpo di tacco di Kaba che si stampa sulla traversa. C'era comunque fuorigioco. Al minuto 67 Gasperini ne cambia tre: dentro Diallo, Toloi e de Roon e fuori Muriel, Palomino e Freuler. E' la svolta perché l'Atalanta finalmente si scuote e disputa l'ultimo quarto d'ora come si deve. Gosens spreca con un piattone di sinistro, mentre al 76′ Ilicic smarca Diallo in area che però calcia sul portiere, poi Zapata spara alto sprecando il tap-in. Lo stesso Diallo 2′ dopo impegna ancora Hansen, mentre al 79′ arriva l'agognato pari: traversone dalla destra di Hateboer e Romero di testa vola in cielo e la mette dentro sul palo opposto. E' un gol importantissimo che tiene viva la speranza di qualificazione al secondo turno dell'Atalanta: basterà non perdere ad Amsterdam contro l'Ajax.
Atalanta-Midtjylland 1-1 (0-1)
Atalanta (3-4-1-2): Sportiello; Djimsiti, Romero, Palomino (23′ st Toloi); Hateboer, Freuler (23′ st De Roon), Pessina, Gosens (41′ st Ruggeri); Gomez (1′ st Ilicic); Muriel (23′ st Diallo), D. Zapata. (25 Gelmi, 31 Rossi, 42 Scalvini, 21 Piccini, 26 Mojica, 27 Depaoli, 43 Panada). All.: Gasperini
Midtjylland (5-4-1): Hansen; Andersson, James, Hoegh, Scholz, Paulinho; Dreyer (37′ st Isaksen), Anderson, Onyeka, Mabil (22′ st Vibe); Kaba (36′ st Madsen). (16 Thorsen, 30 Ottesen, 46 Sery, 2 Cools, 44 Dhyr, 24 Soerensen, 15 Kraev, 33 Pfeiffer, 89 Schwartz). All.: Priske
Arbitro: Sidiropoulos (Grecia)
Reti: nel pt 13′ Scholz; nel st 34′ Romero
Angoli: 4-2 per l'Atalanta
Recupero: 0′ e 5′
Ammoniti: Kaba, Djimsiti e Romero per gioco falloso, Paulinho per comportamento non regolamentare.