Italy

Champions League Inter, Conte: “Dobbiamo uscire dal campo senza alcun rimpianto”

Antonio Conte presenta la prossima sfida di Champions League dell'Inter che volerà in terra tedesca nella speranza di una quasi impossibile qualificazione. I nerazzurri sono ultimi del Girone B, a quota 2 punti dopo 4 partite e dovranno vincere le gare che restano nella speranza di una sequenza precisa degli eventi. Altrimenti sarà eliminazione e – forse – approdo in Europa League. Un quasi fallimento, questa campagna europea che si preannunciava di tutt'altro aspetto soprattutto davanti ad un girone non impossibile. E invece, oggi l'Inter è all'ultima spiaggia.

L'ambiente vive come suo solito, di alti e bassi alternando prestazioni importanti – come quella contro il Sassuolo – ad altre incolori e con una mancanza che sembra quasi cronica nella gestione degli eventi, mancando di continuità nel gioco, nel rendimento e nei risultati.

L'obiettivo dichiarato è andare in Germania a sfidare il Borussia Moenchgladbach con la testa sgombra e la massima concentrazione: "Dopo la sconfitta contro il Real Madrid dopo piovute critiche da ogni dove dimenticando che era una partita segnata: sotto per un rigore dopo 4 minuti e in dieci contro undici dal 30′. Confermo che mi era piaciuta la reazione ma è evidente che fosse una gara tremendamente in salita. Sfido chiunque a cambiare in quelle condizioni e vincere".

La qualificazione passa per la vittoria e nella speranza che alcuni altri risultati sorridano ai nerazzurri, altrimenti resta lo specchietto dell'Europa League, per chi arriva terzo: "Non siamo più arbitri del nostro destino e questo è figlio di momenti importanti in cui siamo mancati. E' comunque una vetrina fondamentale per testare noi stessi, con partite da dentro o fuori come accade spesso in Europa. Affrontiamo una squadra forte, motivata, in salute che ci permetterà di capire ancora una volta dove siamo arrivati".

Sulle difficoltà incontrate fino ad oggi sia in campionato che in Champions, Conte ribadisce il solito concetto della necessità di avere tempo per trovare gli equilibri giusti tra cui Hakimi tra i più attesi e i più deludenti: "Ci siamo ritrovati a gettare alcuni giocatori non pronti nella mischia e altri che avrebbero avuto bisogno di maggior tempo per assimilare alcuni concetti. Invece non è andata così e questo continuo a sottolinearlo: c'è chi è entrato in corsa, senza soste, senza il tempo necessario". 

Football news:

Sethien chiede a barca 4 milioni di euro di risarcimento. Le dimissioni di Valverde costano al club di 11 milioni
Due giocatori di Cornelia dopo la partita con il Barca hanno superato i test positivi per il coronavirus
Mbappe è arrivato al 1 ° posto nella lista dei marcatori della lega 1, segnando 13 gol in 17 partite. Egli ha Interrotto una serie di 4 partite senza gol
Holland ha segnato 27 gol nelle prime 28 partite della Bundesliga. È il secondo che è riuscito a farlo
Siviglia sta cercando di firmare Papa Gomez, Monchi sta negoziando. Atalanta vuole venderlo al club non Italiano
Holand ha segnato 14 gol in 13 partite della Bundesliga di questa stagione
Neymar tiene la 100a partita per il PSG. È nel Club dal 2017