Torino, 1 dic. (LaPresse) – La Wta, l’associazione che riunisce tutte le giocatrici di tennis, ha annunciato in una nota “la sospensione immediata” di tutti i tornei in Cina e Hong Kong alla luce della situazione, non chiara, legata alle condizioni di Peng Shuai, che recentemente è scomparsa per qualche settimana dopo aver rivolto accuse di molestie sessuali all’ex vicepremier cinese Zhang Gaoli. “Non posso chiedere alle nostre atlete di gareggiare lì- ha spiegato il Ceo della Wta Steve Simone – Allo stato attuale delle cose sono anche molto preoccupato per i rischi che tutti i nostri giocatori e il nostro staff potrebbero affrontare se dovessimo organizzare eventi in Cina nel 2022”. “Per proteggere ulteriormente Peng e molte altre donne in tutto il momento, è necessario più che mai che le persone parlino liberamente – ha concluso – La Wta farà tutto il possibile per proteggere le sue giocatrici. Nel frattempo, spero che i leader di tutto il mondo continuino a parlare in modo che Peng e tutte le altre donne possano avere giustizia”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata