Italy

Cittadinanza onoraria in Sardegna per Mazzoleni: “Simbolo del calcio pulito”

Se a Benevento e dintorni Paolo Silvio Mazzoleni non gode di massima popolarità per usare un eufemismo, in Sardegna l'ex arbitro riciclatosi come addetto al VAR è assurto a paladino del "calcio pulito". Il 46enne ex fischietto bergamasco è da un paio di giorni nel vortice delle polemiche dopo quanto accaduto nei minuti finali di Benevento-Cagliari.

Il calcio di rigore concesso ai padroni di casa dall'arbitro Doveri e poi revocato dal medesimo dopo la chiamata all'on field review del varista Mazzoleni ha provocato prima le reazioni veementi del Benevento, dal presidente Vigorito al tecnico Inzaghi fino al Ds Foggia, poi l'entrata in gioco della politica. La senatrice Sandra Lonardo, moglie del Sindaco di Benevento Clemente Mastella, ha presentato un'interrogazione parlamentare per chiedere conto dei rapporti intercorrenti tra Cagliari e la famiglia Mazzoleni, addirittura tirando in ballo "una scultura posizionata nel giardino antistante la sede del Cagliari".

In difesa dell'addetto al VAR arriva ora Ignazio Piras, Sindaco di Dualchi. Il primo cittadino del piccolo paese in provincia di Nuoro vuole conferire a Mazzoleni la cittadinanza onoraria, per i motivi che spiega all'Ansa: "Finalmente un arbitro imparziale, ha dimostrato grande coraggio, non ha ceduto ai condizionamenti ambientali e ha avuto il coraggio di certificare la realtà all'arbitro Doveri, in un momento in cui sarebbe stato molto più comodo, come dimostrano le reazioni scomposte e pericolose che ne sono conseguite, chiudere gli occhi e certificare le verità di comodo che piacciono".

Piras, tifoso del Cagliari, ne fa una questione di massimi princìpi: "È in momenti come questi, quando qualcuno si oppone al pensiero comune e decide di vedere la vera realtà, che dobbiamo schierarci e non fare finta di nulla, altrimenti avremmo sempre meno Mazzoleni e sempre più servi sciocchi che si adattano al pensiero di comodo, a discapito di squadre come il Cagliari che le salvezze se le sudano in campo ed accettano, nel caso il campo lo decretasse, anche la retrocessione".

Il Sindaco sardo ne ha anche per Mastella e signora: "Se tacciamo è chiaro che questo spettacolo indecoroso e intimidatorio che ne è derivato alla giusta decisione di Mazzoleni, che seguiva quella altrettanto giusta di Napoli, dove si è avuto il coraggio addirittura di scomodare il Parlamento italiano nel corso della peggiore crisi sociale ed economica del dopoguerra, avrà gli effetti sperati condizionando le ultime tre partite di campionato grazie ad arbitri lasciati in balia di certa politica".

Piras invita fin da ora l'ex arbitro a ritirare in Sardegna la meritata cittadinanza onoraria: "Alla fine del campionato saremo lieti di ospitare nel nostro Comune Mazzoleni come simbolo di un calcio pulito che fischia in base a ciò che vede e non in base ai padrini che ci sono dietro le squadre di calcio".

Football news:

Mortin ricorda Euro 2004: ha quasi litigato nelle giunture, si è difeso contro il giovane Cristiano e ha capito l'eccitazione del ponte
Gareth Southgate: non dovremmo essere snob di calcio. Nelle partite con le migliori squadre è importante la diversità
Leonid Slutsky: è ancora convinto che la Finlandia sia l'outsider del nostro gruppo. Sono stati molto fortunati contro la Danimarca
Non sono razzista! Arnautovic si è scusato per gli insulti nei confronti dei giocatori della Nazionale della Macedonia Del Nord
Gary Lineker: Mbappe è una star mondiale, sostituirà Ronaldo, ma non Messi. Leo fa cose di cui gli altri non sono in grado
Un fan Spagnolo va alle partite della nazionale dal 1979. È arrivato in euro con il famoso tamburo (potrebbe averlo perso durante il Lockdown)
Ronaldo ha rimosso la coca-cola sponsorizzata in una conferenza stampa. Cristiano è duro contro lo zucchero-non lo pubblicizza nemmeno