Italy

Clorochina per combattere il coronavirus:  adesso la Francia decide  di sospenderne l’utilizzo

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
PARIGI Il governo francese ha abrogato mercoledì 27 maggio le deroghe che permettevano ai medici ospedalieri di prescrivere la clorochina contro il Covid-19, in seguito a un parere sfavorevole emesso dall’Alto consiglio della sanità pubblica che ha recepito a sua volta i risultati di un vasto studio pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet.

Il dottor Raoult

La clorochina è un antimalarico scoperto negli anni Venti, usato poi anche per altre malattie come il lupus. In Francia è diventato l’oggetto di uno scontro politico e ideologico che ha avuto come protagonista il dottor Didier Raoult, direttore dell’Institut Méditerranée di Marsiglia, stimato virologo ma anche controverso personaggio anti-sistema. All’inizio dell’epidemia, quando anche in Francia le terapie intensive cominciavano a riempirsi di malati, Raoult ha diffuso un video su Youtube intitolato «Fine partita», nel quale sosteneva di avere trovato la cura per sconfiggere il coronavirus: la clorochina associata a un antibiotico.

In coda a Marsiglia

Mentre la Francia, dopo la disattenzione iniziale, veniva colpita dall’emergenza e il governo dichiarava il confinamento, decine di persone si sono messe in coda davanti all’ospedale di Marsiglia nella speranza di essere curate e salvate da Raoult. Nel dubbio, il governo ha permesso che la clorochina venisse usata negli ospedali, solo per i pazienti gravi e dietro decisione collegiale dei medici, «in attesa che studi più approfonditi accertino il grado di efficacia di questo farmaco», disse il ministro Olivier Véran, da subito scettico nei confronti di questa terapia.

La visita di Macron

Le autorità francesi non hanno voluto opporsi in modo drastico a un medico che ha all’attivo una carriera di tutto rispetto, e che con il passare dei giorni ha assunto la popolarità di un guaritore, complice lo stile non convenzionale (capelli lunghi, anello con teschio). Raoult ha giocato anche sulla rivalità storica tra Marsiglia e Parigi, tra provincia e capitale, e sull’opposizione tra popolo e élite. Il virologo è diventato un simbolo dei primi, elogiato e difeso dai gilet gialli, da Marine Le Pen e da tutto il mondo intellettuale e politico contrario al governo. Desideroso di mostrarsi vicino ai cittadini, e privo di pregiudizi, il presidente Macron è andato nell’ospedale di Marsiglia per incontrare Raoult, una scelta che ad alcuni è sembrata una concessione al populismo.

Nel mondo

La popolarità di Raoult e della cura alla clorochina è diventata planetaria, spinta da Donald Trump che all’inizio dell’epidemia ne ha raccomandato l’uso - settimane dopo avrebbe consigliato di iniettarsi la candeggina, peraltro - e che qualche giorno fa il presidente americano ha rivelato di prendere la clorochina in via preventiva, «come fanno molti medici e infermieri in prima linea».

Farmaco sovranista

In Francia Raoult e la clorochina sono diventati il simbolo della lotta contro le multinazionali del farmaco - che «non avrebbero niente da guadagnare da una medicina che esiste già» - e contro il potere, con le sue lentezze burocratiche, i suoi interessi e la sua incapacità di ammettere che «qualcuno possa avere successo nella scienza anche lontano da Parigi», come ha detto lo stesso Raoult. A difesa del medico di Marsiglia è entrato in campo anche il filosofo anti-sistema Michel Onfray, che ha chiamato Raoult a far parte della sua nuova rivista «Front Populaire», piattaforma del sovranismo di destra e di sinistra per la battaglia contro Macron in vista delle presidenziali 2022.

Lo studio

A fronte di tutti questi significati politici e ideologici ci sono i risultati scientifici. Lo studio del Lancet conferma, dopo un test clinico su larga scala, i dubbi che circondano da sempre l’uso della clorochina contro il coronavirus. Non solo non è efficace, ma è dannosa perché provoca aritmie cardiache potenzialmente mortali. Didier Raoult è apparso in televisione martedì sera per ribadire le sue convinzioni, e a un certo punto dell’intervista ha pronunciato una frase che rivela molto del suo atteggiamento: «Facciamo un sondaggio tra me e Véran (il ministro della Sanità, ndr) e vediamo chi vince». Da un lato la popolarità e la voglia di credere a una cura miracolosa, dall’altro i dati scientifici.

Football news:

Questo è il miglior Milan degli anni: supercambec con la Juve (3 gol in 5 minuti!) salvato l'intrigo in Serie A
Zlatan Ibrahimovic: sono presidente, giocatore e allenatore! Se fossi stato a Milano dall'inizio della stagione, avremmo preso lo scudetto
Sarri sulla sconfitta da Milano: 60 minuti abbiamo giocato a calcio di prima classe. Quindi-torbidità
Pioli sulla vittoria contro la Juve: Milano è diventata una squadra. Possiamo giocare ancora meglio
Pioli ha battuto per la prima volta la Juventus come allenatore
Vardi ha segnato 10 gol All'Arsenal nelle partite della Premier League. Più solo Rooney
Ronaldo segna about assiste 17 partite di Serie A di fila, dove ha segnato 25 (21+4) punti