Italy

Coronavirus, Alessandro Gassmann risponde a Scanzi: “Non ho bisogno di chiedere ‘piazze’…”

Coronavirus, Alessandro Gassmann risponde a Scanzi: "Non ho bisogno di chiedere 'piazze'..."
Coronavirus, Alessandro Gassmann risponde a Scanzi: "Non ho bisogno di chiedere 'piazze'..."

Coronavirus, Alessandro Gassmann risponde a Scanzi: “Non ho bisogno di chiedere ‘piazze’…” (foto ANSA)

ROMA – “Non ho per fortuna bisogno di chiedere ‘piazze’, i miei spettacoli vanno a ruba perché riempiono. E non voto Pd”. E’ la risposta finale di Alessandro Gassmann, su Twitter, al giornalista Andrea Scanzi, dopo un diatriba rovente durata per settimane.

Tutto era partito da un video del 25 febbraio scorso, in cui Scanzi esortava la sua città, Arezzo, ad “uscire di casa” e a non farsi fermare dall’inizio dell’epidemia da coronavirus. Parole delle quali poi il giornalista si è successivamente scusato, ma che erano arrivate a Gassmann, che si era scagliato contro di lui con toni accesi.

“Non è possibile che io veda la gente che non esce più di casa. L‘influenza qualsiasi ce l’ha dello 0,1-0,3%, il coronavirus ha un’incidenza mortale, se va male, ad oggi dello 0,4-0,5%”. E ancora “vi viene un piccolo ca**o di raffreddore” e che “non succede una sega nel 99,7%” lamentandosi che la gente non andava più a teatro per quella che era una “para-influenza”. 

Dopo un lungo botta e risposta, tra insulti e altre offese, oggi l’attore 55enne sembra aver messo il punto esclamativo sulla questione. E sottolinea: “Per me la si chiude qui, mi sembra ci siano cose più importanti da fare”. (fonte ADNKRONOS)