Italy

Coronavirus: calano casi in Europa, in usa superati 13 milioni di contagi

L'indice Rt di diffusione del coronavirus scende nel Regno Unito sotto la soglia di 1 per la prima volta da agosto e l'Europa tira un po' il fiato puntando sui lockdown variamente assortiti per mettere in parziale sicurezza la curva dei contagi in vista del temutissimo Natale che rischia di dare il la all'altrettanto temuta terza ondata. Che in Asia, in anticipo rispetto al trend europeo, sembra già in arrivo.

Intanto gli Stati Uniti hanno superato i 13 milioni di contagi. Secondo la Johns Hopkins University i nuovi casi sono stati oltre un milione in sei giorni: il 21 novembre erano 12 milioni. Le vittime dall'inizio della pandemia sono 264.624.

La buona notizia giunta oggi dalla Gran Bretagna parla di un livello medio dell'indice di contagio fra 0,9 e 1 (contro 1-1,1 delle ultime settimane): un segnale confortante trainato dal lockdown bis imposto dal governo Tory in tutta l'Inghilterra a partire dal 4 novembre e fino al 2 dicembre prossimo. E il lockdown si conferma la via maestra anche per l'Irlanda del Nord, dove riparte oggi per due settimane dopo il fallimento di un approccio più soft. In Irlanda, uno dei Paesi Ue a reimporre per primi misure restrittive stringenti sei settimane fa, dalla prossima settimana riapriranno ristoranti, negozi e palestre. La crescita esponenziale della curva è stata quindi interrotta in molti Paesi Ue ma, come ha ricordato ieri la cancelliera tedesca Angel Merkel dopo la proroga al 20 dicembre del semi-lockdown, resta ancora a un livello eccessivo, anche alla luce del fatto che in Germania le infezioni hanno superato il milione da inizio pandemia.

L'avvertimento a tenere alta la guardia è arrivato oggi dall'Oms, nel corso del consueto briefing virtuale. Anche se i Paesi vedono un calo dei casi di coronavirus, devono rimanere vigili, ha avvertito Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico dell'Oms della sanità per il Covid-19. La chiave per tenere sotto controllo la pandemia, ha aggiunto il direttore generale Tedros Ghebreyesus, è quella di espandere i test per tracciare più accuratamente la diffusione del Covid-19. Ma c'è anche chi ritiene eccessive le misure di distanziamento sociale in vigore a vari livelli in tutti i Paesi europei. E' il caso dei vescovi francesi che hanno depositato un ricorso presso il Consiglio di Stato contro la decisione di Emmanuel Macron di limitare le cerimonie religiose a un massimo di 30 persone. Una scelta definita dalla Conferenza episcopale francese un "grave errore", nonostante le misure abbiano dimostrato di essere efficaci: nelle ultime 24 ore i nuovi casi sono stati 12.459 i secondo Sante'Publique, contro i 13.563 di ieri pur con un aumento dei decessi a 393 contro i 339 di ieri. Scende sotto il 12% il tasso di positivita' dei tamponi che si attesta all'11,7%. Cresce invece l'allarme in Asia. In Giappone Tokyo ha toccato il record di contagi, a quota 570 su base giornaliera e gli esperti parlano già di terza ondata.

Football news:

Il Barcellona non firmerà Garcia in inverno a causa di problemi finanziari
Rogers sul pareggio con Everton: sfortunato che Lester non abbia segnato il secondo gol
Ancelotti su 1:1 con Leicester: non ricordo che Hames abbia segnato con la destra prima
Andrea Pirlo: nella mia prima stagione in Juve, siamo rimasti indietro rispetto a Milano, ma abbiamo preso il titolo. Tutto dipende da noi
Il giudice ha sbagliato due volte. De Gea è stato spinto, e con il nostro gol annullato non c'era fallo. Sulscher sulla perdita di Sheffield
Maguire sulla sconfitta di Sheffield: ha dato all'avversario due gol, ha giocato al livello sbagliato che si aspettava da sé
Wilder sul permesso di soggiorno in APL: non voglio parlare dell'inizio di un salvataggio incredibile. Vogliamo solo dimostrare quanto valga