Italy

Coronavirus e turismo, Di Maio: «Al lavoro per riaprire tutti i Paesi Ue il 15 giugno: sarà il D-day europeo»

Il governo italiano sta trattando in Europa per evitare i cosiddetti «corridoi» che escludono la circolazione in alcuni Paesi e per far ripartire il turismo europeo il 15 giugno. Lo ha detto questa sera il ministro degli Esteri Luigi Di Maio (M5S) intervenendo alla trasmissione Frontiere, su Rai1. «Dobbiamo permettere alle nostre strutture di alta gamma di poter ricevere i turisti stranieri europei: è lavoro per i nostri operatori. Spero che gli italiani riescano ad andare in vacanza, in Italia, ma serve il turismo straniero e soprattutto quello tedesco, che rappresenta una fetta importantissima».

La necessità di una ripartenza comune

L’obiettivo è di far ripartire il turismo in tutta Europa il 15 giugno: «Sarà un po’ un D-day europeo. La Germania punta a riaprire il 15 giugno, consigliando a alle persone di poter andare in vacanza in altri Paesi europei, con l’Austria lavoreremo e stiamo lavorando anche con altri Stati Ue. Cerchiamo di ripartire tutti assieme. Spero che tutti gli italiani che potranno vadano in vacanza in Italia, ma serve anzitutto il turismo straniero - ha aggiunto Di Maio -. Siamo riusciti a far dire all’Europa che non possono esistere corridoi turistici per escludere l’Italia. Ho sentito il ministro austriaco, abbiamo concordato un percorso comune. Ha detto chiaramente che se vorranno venire turisti tedeschi in vacanza in Italia non ci saranno problemi ad attraversare l’Austria».

Le Regioni e le «misure omogenee»

Per il titolare della Farnesina, però, bisogna poter assicurare ai turisti che possono venire da noi una vacanza «in sicurezza»: per questo, è necessario che «tutte le regioni diano indicazioni omogenee ai turisti, non ci possono essere misure diverse. Sono sicuro che il ministro Boccia (il titolare dem degli Affari regionali, ndr) farà un ottimo lavoro di coordinamento, no a misure diverse. Dobbiamo salvare il possibile dell’estate».

Football news:

Il Real Madrid è pronto a risolvere il contratto con Bale, pagandogli lo stipendio per due anni (ABC)
Man City si stava preparando per una riunione al CAS prima che la UEFA decidesse di vietare la partecipazione alla Champions League
Zidane su Hazard: questa è una situazione difficile. Spero che giovedì sarà pronto al 100%
Nemanja Matic: penso che il Manchester United si sia guadagnato un posto in Champions League. Se vinciamo tre partite, ci arriveremo
Wick è entrato nel Championship per la prima volta in 133 anni. Akinfenva (Sì, lo stallone della FIFA) sta impazzendo-si è congratulato personalmente con Klopp
Man City ha intenzione di firmare Lautaro, Alaba e Coulibaly dopo la cancellazione di Ban per le coppe europee
Griezmann ha subito il primo infortunio muscolare in carriera. In precedenza, i giocatori del Barça erano insoddisfatti del personale medico