Italy

Coronavirus, ecco il decalogo per le badanti che si prendono cura degli anziani

estate e virus

Sempre più spesso capita di dover affidare alle cure di un’assistente i propri anziani, soprattutto in estate, quando si parte per le vacanze e non si ha la possibilità di portare familiari non in salute

di N.Co.

Coronavirus, Rt sopra 1 in 12 regioni: ecco tutti i dati

Sempre più spesso capita di dover affidare alle cure di un’assistente i propri anziani, soprattutto in estate, quando si parte per le vacanze e non si ha la possibilità di portare familiari non in salute

3' di lettura

Sempre più spesso capita di dover affidare alle cure di una badante i propri anziani, soprattutto in estate, quando si parte per le vacanze e non si ha la possibilità di portare familiari non in salute. E in epoca di coronavirus bisogna preservare dal contagio soprattutto le persone più avanti con gli anni e con una serie di patologie che le rendono più attaccabili dal coronavirus. Ecco allora che un gruppo di lavoro congiunto di Istituto superiore di sanità, Inail e Università Cattolica, proprio nel periodo del lockdown, ha messo a punto una Guida pratica per chi si prende cura degli anziani, un decalogo con dieci consigli pratici per badanti sui comportamenti da adottare. Tradotto e scaricabile in tantissime lingue, proprio per poter essere una guida anche per le persone straniere che assistono gli anziani.

1. Se compaiono sintomi misurare la febbre e chiamare il medico

La guida parte dall’abc, illustrando come si manifesta l’infezione da coronavirus che, in alcuni casi, può provocare gravi polmoniti e portare alla morte: febbre, dolori muscolari, congestione nasale, mal di gola, tosse, difficoltà di respirare, infiammazione agli occhi, diarrea, mal di testa, perdita di olfatto e gusto. Al badante o a chi assiste l’anziano viene consigliato di controllare spesso la febbre e in caso di sintomi chiamare subito il medico.

2. Rispettare il distanziamento

Fondamentale far rispettare a chi si avvicina a un anziano la distanza di almeno un metro. Il decalogo spiega che attraverso le goccioline della saliva che si muovono nell’aria e si depositano ovunque, il virus può infettare le persone se arriva a contatto con bocca, naso e occhi.

3. Uscire il meno possibile

Il decalogo invita a uscire il meno possibile. Se non ci sono parenti in grado di portare a casa ciò di cui si ha bisogno, si può ricorrere all’ordinazione di cibo e medicinali via telefono. Si consiglia di farsi consegnare la spesa a domicilio dal proprio fornitore. Viene specificato che molte farmacie provvedono anche alla consegna dei medicinali. Altrimenti si invita a chiedere aiuto ai familiari.

4. Le precauzioni per uscire di casa

Se si deve uscire di casa è necessario mantenere il distanziamento di almeno un metro dalle persone, bisogna usare la mascherina, non toccarsi il viso, lavare o disinfettare bene le mani al rientro.

Football news:

L'attaccante Dell'Inter Esposito passa in affitto a SPAL
Frank De Boer guiderà la nazionale olandese. Il contratto è di 2 anni
Dinamo Stavropol sulla partita con il rotore: i trasferimenti in Coppa di Russia sono vietati. In RFS ha detto che indietro la strada non c'è
Maccabi è uscito in Champions League senza 11 giocatori a causa di covid. La UEFA ti permette di giocare se 13 calciatori dalla domanda
Ole-Gunnar Sulscher: De Gea ci ha salvato per anni, Henderson ha fatto lo stesso oggi. Lingard ha giocato brillantemente
Semedu ha detto addio a Barcellona: grazie per l'opportunità di realizzare il sogno. Sempre grato
La Juve ha affittato Morata All'Atlético per 10 milioni di euro con l'opzione di riscatto per 45 milioni