Italy

Coronavirus, Financial Times: “La Corea del Nord ha chiesto in segreto aiuti internazionali”

Mondo

Coronavirus, Financial Times: “La Corea del Nord ha chiesto in segreto aiuti internazionali”

Secondo il quotidiano finanziario il numero di kit a disposizione del governo non sarebbe sufficiente. Ufficialmente Pyongyang ha dichiarato che non c'è nessun caso di contagio nel Paese, ma sui siti sudcoreani sono filtrate notizie di almeno 180 militari uccisi dal virus e migliaia messi in isolamento

Speciale Coronavirus - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella.

Pyongyang dichiara che non ci sono casi di contagio, ma da quando è iniziata l’epidemia di coronavirus la Corea del Nord ha adottato drastiche misure con la chiusura dei confini e la quarantena imposta a tutti gli stranieri per evitare la diffusione del virus. E oggi il Financial Times scrive che il paese di Kim Jong-un ha rivolto “in segreto” un appello internazionale per avere aiuti con i tamponi.

Il quotidiano finanziario lo rivela citando un documento e diverse fonti informate che riferiscono come nelle ultime settimane Pyongyang abbia chiesto ai suoi contatti internazionali aiuti per aumentare le capacità nazionali di effettuare i test. “Il governo nordcoreano possiede i kit ed ha le capacità per effettuare i test, ma il numero dei kit non sarebbe sufficiente e quindi stano chiedendo sostegno a tutte le organizzazioni“, riferisce una fonte.

Un’altra spiega che almeno 590 nordcoreani rientrati dall’estero a gennaio sono stati sottoposti al test e sono tutti negativi. Nelle scorse settimane sui siti sudcoreani sono filtrate notizie di almeno 180 militari uccisi dal virus e migliaia messi in isolamento.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Coronavirus, in Spagna 4000 morti. Germania, 500mila tamponi a settimana e boom di contagi. Mille vittime in Usa, Russia ferma voli internazionali. Oms: “Dall’Europa segnali incoraggianti”

next
meteo

Football news:

Luis Suarez: Barcellona vuole vincere tutto ciò che può. La squadra è in buona forma
In Spagna, i fotografi sportivi sono in sciopero
Liverpool ed Everton si opporranno alle partite negli stadi neutrali
Ronaldo, Messi, Neymar, Salah, Pogba e Griezmann-nella top 10 più pagati calciatori del mondo
La Juve non ha intenzione di trattenere Pjanic e ha smesso di cercare di firmare Arthur
Gerardo Martino: L'anno a Barcellona è stato il peggiore della mia carriera
Migliaia di spettatori Zoom in Danimarca sono la migliore performance di riavvio. Aarhus ha fatto amicizia con il servizio, ha ricreato le tribune e ha aggiunto ordinatamente offline