Italy

Coronavirus, il premier britannico Boris Johnson è in terapia intensiva

Boris Johnson contro il Coronavirus combatte dall’ospedale. Tiene informata l’opinione pubblica attraverso i social, e precisamente dal suo profilo Twitter. Il ricovero è stato così confermato e risale a qualche ora fa.

«Ieri sera, su consiglio del mio medico, sono andato in ospedale per alcuni test di routine mentre sto ancora riscontrando i sintomi del Coronavirus. Sono di buon umore e mi tengo in contatto con il mio team. Stiamo lavorando insieme per combattere questo virus e proteggere tutti»: ha fatto sapere il premier britannico.

LEGGI ANCHE: Tigre positiva al Coronavirus allo zoo del Bronx

E ancora: «Vorrei ringraziare tutto il personale eccezionale del servizio sanitario che si prende cura di me e degli altri pazienti in questo momento difficile». «Rappresentate il meglio della Gran Bretagna. State tutti al sicuro e ricordatevi di rimanere a casa per proteggere il servizio sanitario nazionale e salvare vite umane»: ha concluso Boris Johnson.

Dal portavoce del primo ministro, invece, era arrivato soltanto un «no comment» sulla presunta polmonite. Inoltre smentisce le voci, trapelate dalla Russia, sul fatto che fosse attaccato a un ventilatore polmonare.

Tuttavia, le condizioni di salute del primo ministro britannico Boris Johnson, contagiato da COVID-19, si sono aggravate. Lo ha riferito la BBC, secondo la quale il premier è stato portato in terapia intensiva. Johnson ha chiesto al ministro degli Esteri DOminic Raab di svolgere le sue funzioni.

«Fin da domenica sera – si legge in una nota diffusa stasera da Downing Street – il primo ministro è stato preso in cura dai medici del St. Thomas Hospital, a Londra, dopo essere stato ricoverato per sintomi persistenti di coronavirus. Nel corso del pomeriggio le condizioni del Primo Ministro sono peggiorate e, su raccomandazione del suo team medico, è stato trasferito nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale».

«Il Primo Ministro – ha riferito ancora Downing Street – ha chiesto al ministro degli Esteri, Dominic Raab, che è Primo Segretario di Stato, di sostituirlo per quanto necessario. Il Primo ministro sta ricevendo cure eccellenti e ringrazia tutto lo staff dell’Nhs (il servizio sanitario nazionale britannico) per il suo lavoro e la sua dedizione».

A risentire della notizia del suo ricovero, è la Borsa: la sterlina ha perso lo 0,3% scendendo a 1,2230 dollari. Il governo ha fatto sapere che non ci sarà alcuna sostituzione: resta lui il responsabile dell’esecutivo, nonostante le sue condizioni di salute.

Boris Johnson è il primo leader di un grande Paese ad annunciare pubblicamente il contagio da Covid-19. Dopo che, nelle scorse settimane, aveva sottovalutato la gravità della pandemia, suscitando non poche polemiche.

Al termine di una conferenza stampa, il 3 marzo, infatti, aveva platealmente stretto la mano ad alcune persone colpite dal Coronavirus. Solo in un secondo momento il governo britannico ha mostrato un cambio di rotta. Sia Johnson che il ministro della salute inglese, Nadine Dorries, sono risultati positivi. Da allora è cominciato l’isolamento, fino al ricovero del premier in ospedale ieri sera, 5 aprile.

Football news:

Il portiere del PSG Bulka fracassato Lamborghini in un incidente stradale in Polonia. Due persone sono state ferite
Nizza si è unita alla lotta per il difensore Dell'Olympiacos Tsimikas. E ' Interessato a Loco
Lacazette ha rifiutato L'offerta Dell'Inter. Potrebbe essere scambiato All'Atlético con Lemara
Ex capo scout CSKA: il 99% del lavoro di scout va sprecato. Questa è specificità
Victor Valdez ha guidato il club dal 4 ° campionato di Spagna
Agente Georginho: due top club non italiani mi hanno contattato
Il quarterback Atalanta Castan è Interessante per Tottenham, Leicester e West Ham