Italy

Coronavirus, Iss: Ok a 40 richieste autorizzazione produzione mascherine

Torino, 1 apr. (LaPresse) - L'Istituto superiore di sanità sottolinea di essere "in contatto continuo con le aziende che stanno producendo le mascherine per velocizzarne il più possibile l'autorizzazione, ma il via libera per ogni prodotto verrà dato solo che ci saranno fornite le prove della sua efficacia e sicurezza". Il decreto legge 18 stabilisce che l'Iss è coinvolto nella procedura di valutazione in deroga alle norme vigenti per la produzione delle mascherine chirurgiche. L'articolo 15 di tale decreto stabilisce che, poiché non possono essere immesse sul mercato mascherine chirurgiche non marcate CE per uso medico, esse devono essere validate dall'Iss in termini di efficacia filtrante e sicurezza. L'articolo 16 dello stesso decreto invece autorizza l'utilizzo di mascherine filtranti prive del marchio CE e prodotte in deroga senza validazione, ma queste ultime non sono considerate né dispositivi medici né dispositivi di protezione individuale e sono destinate in generale alla collettività e non richiedono tale autorizzazione. Attualmente l'Iss ha avuto circa oltre ottocento richieste di autorizzazione e oltre 3200 richieste di informazione. E' stato raddoppiato il personale che lavora presso il gruppo di lavoro costituito ad hoc. La gran maggioranza delle proposte non aveva i requisiti di standard richiesti dall'articolo 15, potranno però produrre in base all'articolo 16 per la collettività. Per circa 40 richieste è stato già emesso un parere favorevole e si è in attesa dell'invio delle prove a supporto da parte delle aziende proponenti. Non appena invieranno l'esito dei test potranno commercializzare il prodotto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Football news:

In Inghilterra hanno permesso eventi sportivi senza spettatori da lunedì. APL dovrebbe riprendere il 17 giugno
L'Atletico ritirerà Cayo Enrique dall'affitto a Gremio
Il centrocampista Schalke Mckenny è uscito con una benda in memoria del defunto George Floyd: Justice for George
Luis Figo: C'erano molti contendenti per il pallone D'oro, non solo Messi e Ronaldo
Il calciatore più sfortunato della Germania ha segnato per la prima volta in 294 partite. La Chiesa ha persino esemplificato la sua pazienza
I club della Liga il 1 ° giugno riprenderanno l'allenamento collettivo
Il Barcellona ha rifiutato di lasciare Fati alla Juventus in cambio di Pjanić