Italy

Coronavirus, la Russia chiude le frontiere a tutti i cinesi

La Russia chiude le frontiere a tutti i cinesi per il Coronavirus. “L’ingresso dei cittadini asiatici è sospeso dal 20 febbraio”.

MOSCA (RUSSIA) – La Russia chiude le frontiere a tutti i cinesi per il Coronavirus. Il provvedimento, comunicato da Mosca, entrerà in vigore dal 20 febbraio con i cittadini asiatici che non potranno superare il confine per viaggi di lavoro, privati, studi e turismo.

La restrizione – hanno fatto sapere dal Cremlino – sarà temporanea e non riguarderà i passeggeri in transito“. Con questa decisione il governo russo cerca di limitare al massimo la diffusione dell’epidemia nel Paese.

La Russia chiude le frontiere

La Russia è la prima nazione a chiudere completamente le frontiere. Nessun cittadino cinese potrà arrivare nelle prossime settimane nel Paese anche se negli ultimi tempi non è ritornato in Oriente.

L’ingresso di tutti i cittadini cinesi attraverso le frontiere della Russia – si legge nel comunicato firmato dal Cremlino – sarà sospeso dal 20 febbraio per i viaggi di lavoro, privati, di studio e per turismo“. Una decisione destinata a creare diverse polemiche a livello internazionale e soprattutto una crisi diplomatica tra Cina e Russia. Pechino, infatti, da sempre ha criticato l’idea di una chiusura delle frontiere anche se la linea intrapresa dagli altri Stati sembra essere questa.

Vladimir Putin
Vladimir Putin
Fonte foto: http://en.kremlin.ru/

I contagi diminuiscono in Cina

Se da una parte l’allerta resta alta in tutto il mondo, dall’altra il numero dei contagi sembra essere diminuito in Cina. Fino a questo momento il virus non si è diffuso fuori dal Paese. I casi verificati in Europa (e non solo) riguardano o persone di origine cinese in vacanza oppure di cittadini locali che, però, sono stati in Oriente durante la diffusione del virus.

La situazione sembra essere in fase di miglioramento anche se i medici non si sbilanciano visto che i contagi e soprattutto le vittime continuano ad essere diverse.

fonte foto copertina http://en.kremlin.ru/

ultimo aggiornamento: 18-02-2020

Francesco Spagnolo