Italy

Coronavirus, le copertine degli album più famosi ai tempi della distanza sociale

1,8 metri è la distanza che gli esperti raccomandano alle persone di mantenere per evitare i rischi di contagio da Coronavirus. Così si sta in fila a distanza, si sta in ufficio a distanza, in metropolitana a distanza, per la strada a distanza. Come sarebbero allora le copertine degli album musicali più famosi se fossero state realizzate in questi tempi di pandemia globale e di distanza sociale forzata? Beto Fernandez e Paco Conde della società creativa Activista di Los Angeles se lo sono chiesti e hanno immaginato alcune cover di dischi iconiche ai tempi del distanziamento sociale.

La copertina del disco "Abbey Road" dei Beatles ha fatto la storia. Beto Fernandez e Paco Conde hanno immaginato come sarebbe quell'iconica copertina se fosse stata fatta durante la pandemia globale in tempo di distanza sociale. Dovendo stare a oltre un metro di distanza, la band inglese sulle strisce pedonali probabilmente non sarebbe potuta entrare per intero nello scatto fotografico e si sarebbe dovuta distanziare lungo la via. Oltre la copertina dei Beatles, i due creativi hanno rifatto quelle dei Queen, dei Kiss, dei Ramones, degli U2, di Blondie, dei B-52, degli AC-DC, dei Kraftwerk, dei Rumors e degli NWA, che sono tutte illustrate sul loro profilo Instagram.

Beto Fernandez e Paco Conde, uno brasiliano l'atro spagnolo. "Un art director e un copywriter. Un pittore e un autore. Un fan dei Corinthians e un fan del Real Madrid.", così si definisce la coppia di creativi che hanno fondato la società Activista e hanno già collezionato diversi premi. Come ogni creativo che si rispetti si sono immersi nella situazione di emergenza dando il loro contributo. Così è nata una raccolta di copertine di album iconici riprogettati per calarsi ai tempi della diffusione del Coronavirus e della distanza sociale. Il loro progetto è stato creato per sensibilizzare sull'importanza di stare ad almeno 1,8 metri di distanza l'uno dall'altro per evitare ulteriori contagi: "Il distanziamento sociale è la nuova normalità e lo sarà per un po ‘.", spiegano i due creativi, "6 piedi o 1,8 metri è la distanza che gli esperti raccomandano di mantenere tra di noi. Oscilleremo di nuovo presto. Ricorda solo di mantenere la distanza di 6 piedi. Salverà delle vite".