I morti per Covid-19 hanno superato quota 220 mila negli Usa, che continuano a mantenere il triste primato mondiale anche per numero di contagi: oltre 8,2 milioni. E' quanto emerge dall'ultimo aggiornamento del sito della Johns Hopkins University. Nelle scorse ore l'Europa ha superato invece le 250 mila vittime. Il secondo Paese con il più alto numero di morti per coronavirus al mondo è il Brasile, con quasi 154.000 morti.

In Irlanda scatta il lockdown, ma le scuole restano aperte

L'Irlanda sarà il primo Paese dell'Unione europea a tornare al blocco del coronavirus, ha detto ieri il primo ministro Micheal Martin, emettendo un ordine nazionale di "restare a casa" ma insistendo sul fatto che le scuole resteranno aperte. Le misure che entreranno in vigore per sei settimane a partire dalla mezzanotte di mercoledì vedranno tutti i negozi al dettaglio non essenziali chiudere e bar e ristoranti limitati al solo servizio da asporto o di consegna. "A tutti gli abitanti del paese viene chiesto di rimanere a casa", ha detto Martin in un discorso televisivo nazionale. Solo i lavoratori essenziali saranno "autorizzati a recarsi al lavoro", ha detto, e ai cittadini sarà permesso di fare esercizio fisico solo entro cinque chilometri (tre miglia) dalla loro residenza.  Il governo ha avvertito in una dichiarazione che "ci sarà una sanzione" per aver violato la restrizione dei cinque chilometri e che il trasporto pubblico funzionerà al 25% della capacità di servire solo i lavoratori essenziali. Martin ha detto che le scuole e le strutture di assistenza all'infanzia devono rimanere aperte "perchè non possiamo e non permetteremo che il futuro dei nostri figli e dei nostri giovani sia un'altra vittima di questa malattia". Sarà esteso anche il divieto di visite tra le diverse famiglie e di eventi al coperto, anche se due famiglie potranno mescolarsi in luoghi all'aperto come i parchi.

Regno Unito, ultimatum del governo a Manchester: "Restrizioni entro oggi"

Le amministrazioni locali della regione di Manchester, in Inghilterra, hanno tempo fino a domani a mezzogiorno per trovare un accordo con il governo britannico sull'introduzione delle restrizioni anti-Covid previste dal livello di allerta 3, finora respinte. E' l'ultimatum lanciato dal ministro per le Comunità, Robert Jenrick, lasciando intendere che le misure previste verranno decretate se un'intesa non verrà raggiunta. Le amministrazioni locali hanno chiesto maggiori aiuti economici prima di acconsentire a restrizioni più dure. Ieri un documento del servizio sanitario nazionale uscito sulla stampa ha sostenuto che la zona sta per finire i letti di terapia intensiva e alcune delle unità sono già al completo. Finora solo la regione di Liverpool è stata posta al terzo livello di allerta secondo il piano presentato dal premier Boris Johnson che punta a evitare un nuovo lockdown nazionale, privilegiando un approccio locale in base al tasso di circolazione del coronavirus.

Brasile, omicidi in aumento nonostante la pandemia

 Il numero di omicidi in Brasile è aumentato del 7,1% nel primo semestre dell'anno, nonostante le misure di distanziamento sociale attuate per contenere la pandemia del coronavirus, rivela un rapporto pubblicato lunedì. "Ci sono stati 25.712 morti violente nella prima metà del 2020, equivalenti a una persona uccisa ogni 10 minuti nel bel mezzo della pandemia di covid-19, nonostante le misure di distanziamento sociale applicate durante questo periodo", afferma il rapporto dell'Ong Forum Brasiliano per la Pubblica Sicurezza."Le cifre hanno interrotto una tendenza al ribasso della criminalità violenta iniziata nel 2018", ha detto nel suo rapporto annuale sulla sicurezza pubblica nel Paese sudamericano, che ha a lungo lottato con alti livelli di violenza. Gli autori del rapporto hanno detto che è troppo presto per trarre conclusioni definitive sull'aumento degli omicidi, anche se la pandemia ha tenuto molti brasiliani in casa. Dicono che sono necessari ulteriori studi su come le bande criminali si sono evolute nel bel mezzo della pandemia, anche se stavano trasportando più droga via terra in risposta alla riduzione del traffico aereo, portando forse ad un maggior conflitto sulle rotte del traffico. "A questo punto, è ancora difficile determinare quali tendenze siano l'effetto delle misure di allontanamento sociale e quali no", hanno detto. L'aumento della criminalità violenta può essere dovuto "all'allentamento delle leggi sul controllo delle armi" del presidente Jair Bolsonaro e "un discorso permanente di guerra" sulla criminalità, ha detto Renato Sergio de Lima, direttore dell'Ong.