Italy

Coronavirus: Nuova Zelanda, esteso il lockdown a Auckland

(ANSA) - AUCKLAND, 14 AGO - La Nuova Zelanda ha esteso il lockdown nella sua città più grande, Auckland, di almeno 12 giorni, ha annunciato il primo ministro Jacinda Ardern, mentre le autorità stanno lottando con un nuovo focolaio di coronavirus in crescita.
    Da quando quattro persone sono risultate positive martedì - i primi casi nella trasmissione di comunità in 102 giorni - la Nuova Zelanda ha rilevato un cluster di 30 casi. La maggior parte sono stati trovati intorno ad Auckland, una città di 1,5 milioni di persone. Ma preoccupa il fatto che altri due siano stati rilevati a Tokoroa, ad oltre 200 km di distanza.
    Le autorità stanno ancora cercando di scoprire come il virus sia tornato in Nuova Zelanda, che si era guadagnata elogi globali per la sua gestione della crisi. Ardern ha affermato che i test non hanno mostrato alcun legame tra questo nuovo focolaio e casi di persone in ;;quarantena perché arrivate dall'estero, o un legale come la prima ondata di casi.
    La premier ha comunque espresso ottimismo sul fatto che l'ultimo focolaio sia stato rapidamente rilevato e possa essere risolto. "Ci sono segni che abbiamo trovato questo focolaio relativamente presto", ha detto. "Test approfonditi e tracciamento dei contatti" hanno determinato che il primo caso si sia verificato il 31 luglio". (ANSA).
   

Football news:

Villarreal ha acquistato dal Barça il difensore di Cuenca per 2,5 milioni di euro e ha dato in affitto Almeria
L'attaccante Dell'Inter Esposito passa in affitto a SPAL
Frank De Boer guiderà la nazionale olandese. Il contratto è di 2 anni
Dinamo Stavropol sulla partita con il rotore: i trasferimenti in Coppa di Russia sono vietati. In RFS ha detto che indietro la strada non c'è
Maccabi è uscito in Champions League senza 11 giocatori a causa di covid. La UEFA ti permette di giocare se 13 calciatori dalla domanda
Ole-Gunnar Sulscher: De Gea ci ha salvato per anni, Henderson ha fatto lo stesso oggi. Lingard ha giocato brillantemente
Semedu ha detto addio a Barcellona: grazie per l'opportunità di realizzare il sogno. Sempre grato