Italy

Coronavirus, Oms: “Il mondo spende miliardi contro il terrorismo, investa per prepararsi alle pandemie”

Per il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus se non si investe nella preparazione, "restiamo esposti a danni enormi". E sui bambini l'epidemiologa Maria Van Kerkhove dice: "Sappiamo che possono trasmettere il virus, ma non si sa ancora quanto"

“Il mondo spende miliardi ogni anno per prepararsi a potenziali attacchi terroristici, ma abbiamo imparato la lezione nel modo più duro: a meno che non investiamo nella preparazione contro le pandemie, e nella crisi climatica, restiamo esposti a danni enormi“. Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, sottolinea come la pandemia di Covid-19 abbia mostrato “i limiti dei sistemi sanitari, sia di quelli deboli che di quelli forti, senza lasciare alcun paese intatto. Ha colpito tutti noi”. Quindi è necessario investire e prepararsi ad altre eventualità future, visto che “gli eventi degli ultimi sette mesi sono un tragico promemoria dell’insicurezza e dell’instabilità che la malattia può causare. La pandemia di Covid-19 ha cambiato il nostro mondo. È stato uno stress test per la nostra infrastruttura politica, economica, culturale e sociale. E ci ha trovati fragili“.

Ghebreyesus ha poi ricordato che al momento ci sono “200 vaccini in sviluppo nel mondo, con uno sforzo della ricerca senza precedenti. E già sei candidati vaccini in fase avanzata di sperimentazione clinica”. Nonostante questo però, la soluzione non c’è e, dice il direttore generale dell’Oms, e “non sappiamo ancora se avremo un vaccino. Per questo motivo il nostro messaggio è chiaro: usate tutti i dispositivi che abbiamo e che si sono rivelati efficaci”.

Nel corso della consueta conferenza stampa dell’Organizzazione mondiale della Sanità è intervenuta anche l’epidemiologa Maria Van Kerkhove, a capo del gruppo tecnico per il coronavirus, che ha parlato di bambini e di scuole, tema cruciale in queste settimane per moltissimi Paesi, alle prese con misure di precauzione e chiusure improvvise. “Ci sono ancora molte cose che non conosciamo sui bambini e Covid. Sappiamo che possono essere infettati – ha detto smentendo, peraltro, Donald Trump -, e in genere i sintomi sono più lievi, ma c’è anche chi si ammala in modo grave e chi è morto. Sappiamo che possono trasmettere il virus, ma non si sa ancora quanto. Stiamo imparando. Quello che sappiamo è che, se il virus circola nella comunità, può entrare nelle scuole. Dunque prima di riaprire bisogna valutare il livello di circolazione, implementare misure igieniche e il tracciamento, e assicurare la rapidità di intervento in caso di focolai”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Beirut, il Pd chiede al governo “un’azione più incisiva”: “Ok gli aiuti, ma dobbiamo partecipare alla ricostruzione”

next

Football news:

Pallone d'oro-2001-grande divorzio: Dali Owen, anche se Raul è stato migliore in tutto
L'accordo tra Bayern e Leeds sulla Kyisans è fallito. I club non sono d'accordo
Nedved sulla juve-Barcellona: i due migliori giocatori del mondo si incontreranno - Ronaldo e Messi
Direttore del Real Madrid Butragueno: la Champions League ci aspetta 6 partite intense. Il calendario è molto severo
Questa sera la UEFA ha anche distribuito premi personali. Il Bayern - 5 su 6 possibili, Levandowski-il giocatore dell'anno
La UEFA permetterà di riempire gli stadi del 30%. Le partite di ottobre si terranno con gli spettatori
Flick è riconosciuto come il miglior allenatore della Champions League-2019/20