Italy

Coronavirus, organizzano un’orgia in piena quarantena a Madrid: arriva la polizia, sei denunce

Mentre tutta la Spagna è stata messa in lockdown per contenere la diffusione del coronavirus, a Madrid c'è chi ha comunque trasgredito le disposizioni organizzando un'orgia. La polizia nella capitale spagnola ha confermato di aver fermato sei persone in un appartamento – che si sospetta essere un vero e proprio bordello – che partecipavano ad un “festino sessuale”. Secondo i media locali, sabato 21 marzo diversi vicini dell'edificio nella zona di Tetuan hanno chiamato la polizia per lamentarsi della gente che entrava e usciva da un appartamento dove suonava musica ad alto volume.

Stando ai rapporti ufficiali, gli agenti sono intervenuti e hanno trovato quattro donne e due uomini nudi in un corridoio con tre camere da letto. Le autorità locali hanno trovato anche bevande alcoliche e mozziconi di sigaretta nell'appartamento, secondo i media locali. Secondo quanto riferito, la polizia sospetta che la casa funzionasse come un bordello poiché solo una delle donne era registrata come inquilina. La polizia ha denunciato quest’ultima per aver infranto le norme contro l'inquinamento acustico. Gli altri cinque ospiti sono stati denunciati per aver infranto la quarantena dichiarata dal governo nazionale per fermare la diffusione di COVID-19. Non sono stati segnalati arresti.

Già qualche giorno fa la polizia spagnola era stata costretta ad intervenire per bloccare un’orgia. Ma a Barcellona. A fare la soffiata alle forze dellʼordine era stato uno degli invitati che non aveva più partecipato nel rispetto delle misure prese dalle autorità, come racconta El Pais. Giunti sul posto, gli agenti hanno colto otto persone in flagranza di reato: dopo i controlli di rito, inoltre, hanno avvertito i sanitari, che hanno sottoposto a tampone a uno dei partecipanti, che però è risultato negativo.