Italy

Coronavirus, prezzi fermi due mesi: la mossa anti-speculazione di Coop

grande distribuzione

di Michelangelo Borrillo

Prezzi stabili fino al 31 maggio. È la mossa anti-speculazione decisa da Coop, con effetto immediato e durata fino al 31 maggio. La decisione — che coinvolge tutti i prodotti confezionati industriali sia a marchio Coop che di tutte le altre marche — è stata presa, come spiega l’azienda, per contrastare «ogni logica speculativa a vantaggio di soci e consumatori, ma anche a tutela dei produttori e degli allevatori italiani nel momento eccezionale che stiamo vivendo». In questa fase di emergenza da coronavirus, la Coop si impegna, in pratica, ad agire sia a monte (verso i fornitori), che a valle (verso i consumatori) per garantire la stabilità dei prezzi e delle remunerazioni dei diversi attori della filiera, contattando i fornitori di propri prodotti a marchio per operare insieme.

Tra le filiere che possono avere prime tensioni va segnalata quella del latte. «Lì — spiega Maura Latini, amministratore delegato di Coop Italia — si registra una tensione legata all’eccesso di produzione generato dalla chiusura di alcune tipologie commerciali. Insieme ai nostri fornitori garantiremo agli allevatori che forniscono latte fresco il prezzo precedentemente pattuito. Più in generale ci muoveremo per i nostri prodotti Coop in maniera tale che sia garantita a ogni anello della filiera produttiva del nostro Paese la giusta remunerazione. Mai come ora il nostro primario impegno è proteggere le famiglie e il tessuto produttivo italiano».