Italy

Coronavirus, proteste a Roma contro il coprifuoco: attimi di tensione a Piazza del Popolo

Manifestazione a Roma contro il coprifuoco. Si alza il livello di tensione nel nostro Paese.

ROMA – Non solo Napoli, la bomba sociale in Italia sembra essere pronta a scoppiare. I ritardi del Governo e il rischio di una nuova chiusura hanno portato molti cittadini a scendere in piazza per far sentire la propria voce. E’ il caso di Laura e Sara due ragazze che hanno deciso di prendere parte alla manifestazione a Roma, organizzata dall’estrema destra, contro il coprifuoco.

Ho un ristorante in centro – ha detto la prima, riportata da Il Messaggero – altre sei attività e 90 dipendenti. Da lunedì non so dove andare a sbattere la testa”. Sara, invece, non ha ricevuto gli aiuti dopo il licenziamento. “Siamo qui – hanno detto entrambe – perché non sapevamo dove andare per farci ascoltare“.

Attimi di tensione a Piazza del Popolo

Come successo a Napoli, la manifestazione ha visto attimi di tensione con la polizia. Cassonetti e macchine incendiate. Immediato l’intervento degli agenti che hanno disperso la folla.

Si tratta di una prima manifestazione avvenuta nella Capitale, ma in futuro altre proteste potrebbero andare in scena in tutto il Paese.

Auto polizia
Auto polizia

I ritardi del Governo e le tensioni sociali

Gli appelli da parte di tutti gli esponenti della maggioranza sul rispettare le misure sembrano non produrre gli effetti della pandemia. C’è stanchezza e delusione nella popolazione italiana. La gestione (in parte sbagliata) dell’emergenza coronavirus ha portato molte persone a scendere in piazza per dire no ad una chiusura.

Serrata che per molti italiani potrebbe voler dire non riaprire più. I soldi spesi per rispettare le norme anti-Covid sono stati tanti e ora non sono disposti a richiudere per gli errori commessi dal Governo. Responsabilità della risalita dei contagi che non deve risalire solo sugli italiani. Il fallimento di Immuni, la mancanza di tamponi, le terapie intensive non aumentate hanno contribuito alla ripresa dei contagi. In questo momento bisogna combattere il virus, ma al termine dell’epidemia i responsabili di questa gestione devono fare un passo indietro. Passo indietro che va fatto in rispetto di tutti gli italiani che da diversi mesi stanno facendo sacrifici economici e non.

Football news:

Isco potrebbe trasferirsi a Siviglia a gennaio. Lopetegui è personalmente Interessato
Bilyaletdinov su Champions League: loco può uscire dal gruppo. Il Bayern immotivato può essere battuto al 6 ° turno
Zlatan Ibrahimovic: ha pensato alla fine della carriera, ma ha voluto cambiare la mentalità del Milan
Direttore sportivo Vasco da Gama: Balotelli sarà per noi come Maradona
Il Real Madrid non comprerà Mbappe nell'estate del 2021 a causa della crisi (Le Parisien)
Ibra segna a 39, Buffon trascina a 42, Ronaldo non ha intenzione di finire. Il football sta davvero invecchiando?
Ziesh su chi lo ispira: Eden Hazard. Giocatore di livello mondiale