Italy

Coronavirus, sanificare le mascherine? Un’impresa: l’alcol è introvabile e on line costa il quadruplo

TORINO. Chi è riuscito a procurarsi le mascherine riutilizzabili, la domanda principe di questi giorni è stata quale fosse il modo corretto per sanificarle. Nei vari tutorial e consigli dei farmacisti, il presupposto per una corretta pulizia è l'utilizzo dell'acqua calda, mischiata con alcol. Peccato però che l’alcol sia praticamente sparito dagli scaffali di negozi e supermercati. E chi ha provato a comprarne qualche flacone sul web, si è imbattuto in prezzi assurdi. Su alcuni portali, c'è chi chiede fino a 77 euro per una piccola tanica da cinque litri. Un flacone standard arriva fino a 11 euro. Prima della crisi sanitaria, mezzo litro di alcol disinfettante si trovava in rete a 1 euro e 66 centesimi. Una bottiglia da un litro di quello etilico arrivava attorno ai 10 euro. Ora su alcuni siti non si trova a meno del doppio. E a prescindere dai prezzi, accanto a quei prodotti campeggia praticamente dappertutto la scritta in rosso «non disponibile».

Insomma: che fine ha fatto l’alcol? La grande distribuzione ha forniture nazionali e di alcol che sono rallentante. In generale le disposizioni prevedono che i produttori riforniscano prima le aziende che si occupano di produrre gel igienizzante e dispositivi di sicurezza. Poi il resto può essere venduto. Ma in questo periodo le distillerie non ce la fanno nemmeno a rispettare gli ordini considerati strategici. Marco Piccolo, amministratore delegato della Dottoressa Reynaldi, spiega il perché: «Reperire alcol è un problema. Vorremmo produrre maggiori quantitativi di gel igienizzante per distribuirlo alla Croce Rossa e agli ospedali ma le distillerie non riescono a rifornire nemmeno noi che abbiamo la priorità». Aumentare la produzione? Complicato, se non quasi impossibile, specialmente in questo periodo di emergenza. Quella di alcol è una produzione difficile da aumentare di punto in bianco.

Resta pertanto sospesa la domanda: come si fa ad igienizzare le mascherine? Giampiero Tolardo, sindaco di Nichelino e di professione e medico di base dell’Asl To 5 dice: «Quelle lavabili basta metterle in lavatrice ad alta temperatura e così si annientano le possibili particelle di virus. Per le altre alternative all'alcol non ce ne sono. prodotti a base di cloro? «Meglio di no. Rischiano di causare intossicazioni ».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Football news:

Madness a Francoforte: Eintracht 34 volte ha colpito il cancello, ma quasi perso (salvato 9 minuti prima del fischio)
Il Real Madrid ha esteso il contratto con Casemiro fino al 2023 (Marca)
Teddy Sheringham: Pogba ha bisogno di andarsene per il Manchester United per comprare qualcuno con la mentalità giusta
In Francia, 400 tifosi sono venuti a calcio illegale. Dopo il gol, hanno corso sul campo
Sulscher sul noleggio di Igalo: spero che possa completare quello che ha iniziato, forse vincendo il trofeo con il Manchester United
Mueller su Alfonso Davis: il corridore di Monaco ruba costantemente la palla all'avversario
Favre su 0:1 con il Bayern: il Borussia meritava un pareggio