Italy

Coronavirus, troppi contagi: e tre Comuni piemontesi diventano un caso

RIVAROLO (TORINO). In Canavese la curva dei contagi aumenta. Di più che in altre zone e i sindaci di Rivarolo, Favria e Ozegna hanno il timore che in questa fetta di provincia ci possa essere la presenza di un focolaio di infezione.
A Rivarolo i positivi sono 27, 11 a Favria e 3 a Ozegna. Troppi anche i cittadini in quarantena: 70 a Rivarolo e 45 a Favria. Per fortuna sono ancora pochi i decessi: un 80 enne a Rivarolo e un altro a Ozegna. Dati che sarebbero al centro di un'indagine statistica da parte dell'Asl To4.
Tra i sindaci che hanno chiesto una maggior attenzione c'è quello di Rivarolo, Alberto Rostagno appena uscito dalla quarantena: «Ci stiamo confrontando con la dottoressa Gisella Revigliono, responsabile del servizio igiene e sanità dell'Asl To4 perché i dati statistici ci preoccupano. A Rivarolo ancor di più dove a risultare positivi non sono solo anziani, ma ora anche due ragazzi di 26 anni. In una scala percentuale quest'area è al terzo posto in tutta la Provincia per numero di casi postivi».

Alberto Rostagno spiega ancora come insieme all'Asl e ai colleghi di Favria e Ozegna si stia cercando di tracciare i contatti e per limitare ancor più i contagi, tra i provvedimenti, ora, a Rivarolo sono stati anche chiusi i distributori di acqua e latte.