Italy

Coronavirus, ultime notizie. Usa, terza impennata record e mille morti. La Cina traccia l’import del cibo congelato

Attualità

  • Il gruppo Airbus, attivo nella produzione di aeromobili, ha chiuso il terzo trimestre del 2020 con una perdita netta di 767 milioni di euro. La performance, ha spiegato il gruppo in un comunicato, è legata ad un onere eccezionale di 1,2 miliardi destinato a finanziare le misure sociali legate ai 15mila tagli di posti di lavoro annunciati a giugno. Il costruttore di aerei europeo, che aveva consumato 12,4 miliardi di euro di cassa nei primi sei mesi dell'anno a causa della crisi legata al coronavirus, ha denunciato un cash flow positivo di 600 milioni di euro tra luglio e settembre e si propone di raggiungere una situazione di “equilibrio nel quarto trimestre”. Nel terzo trimestre inoltre i ricavi di gruppo sono diminuiti del 27% rispetto allo stesso trimestre del 2019 a 11,2 miliardi di euro mentre l'utile operativo ha accusato una flessione del 49% su base tendenziale.

  • Il bilancio ufficiale dei morti provocati dal coronavirus in Messico ha superato quota 90mila: secondo quanto ha reso noto il ministero della Sanità, ieri il Paese ha registrato altri 495 decessi, per un totale dall'inizio della pandemia di almeno 90.308 vittime. Lo riporta la Cnn. Secondo la Johns Hopkins University il Messico è al quarto posto della classifica mondiale dei decessi dopo Usa, Brasile e India. Tuttavia, funzionari sanitari locali hanno indicato nei giorni scorsi che probabilmente nel Paese sono morte a causa del virus 50mila persone in più rispetto al dato ufficiale, spiegando che molti decessi non vengono inclusi nel conteggio del governo a causa della mancanza di test. Allo stesso tempo, il Messico ha registrato ieri 5.595 nuovi contagi, un dato che porta il bilancio complessivo delle infezioni a quota 906.863.

  • Il governo tunisino ha annunciato la notte scorsa una serie di nuove misure restrittive per contrastare la forte recrudescenza dei casi di coronavirus. Le nuove misure includono un appello a tutti i governatori del Paese ad applicare il coprifuoco dalle 20:00 alle 5:00 dal lunedì al venerdì e dalle 19:00 alle 5:00 il sabato e la domenica; il divieto degli spostamenti tra governatorati salvo necessità di lavoro, per casi eccezionali giustificabili e per gli studenti; la chiusura di bar e ristoranti dalle 16:00, rispettando la capienza del 30% negli spazi chiusi e del 50% negli spazi aperti; la chiusura delle scuole, dei collegi e dei licei da mercoledì fino all'8 novembre per consentirne la disinfestazione; la sospensione per due settimane dei corsi universitari e l'adozione dei corsi online; lo stop a tutti gli eventi pubblici e privati dal 30 ottobre al 15 novembre 2020. Saranno inoltre vietati gli assembramenti di più di 4 persone nei luoghi pubblici (eccetto sui mezzi pubblici) e sarà vietato l'accesso ai luoghi di culto fino al 15 novembre; il mantenimento di un orario amministrativo eccezionale fino al 15 novembre. Secondo i dati forniti dalla Johns Hopkins University, la Tunisia registra 54.278 contagi, inclusi 1.153 decessi.

  • Gli Stati Uniti registrano la terza impennata record (quasi 79mila casi in un giorno) e mille morti

    A meno di una settimana dal voto presidenziale, gli Stati Uniti registrano la terza impennata di nuovi contagi. e più di mille morti. Record anche di stati dell’Unione per numero di ricoverati rispetto a quattro settimane fa. Ieri giovedì 78,661 nuovi positivi secondo il Covid Tracking Project data, rispetto ai 73,096 di martedì e ai 60,712 di mercoledì. Gli Stati Uniti hanno così registrato ieri quasi 79mila casi di coronavirus contro gli oltre 73mila di martedì. Allo stesso tempo, vi sono stati 994 decessi (contro 985). I dati portano il bilancio complessivo delle infezioni nel Paese a quota 8.856.689 e quello dei morti a quota 227.685. Dall'inizio della pandemia negli Usa sono guarite 3.518.140 persone

  • L'India ha superato gli otto milioni di casi identificati di coronavirus, ha annunciato oggi il governo indiano. Il Paese asiatico è il secondo più colpito dalla pandemia dopo gli Stati Uniti, con quasi 9 milioni di casi. L'India ha anche un totale di oltre 120.000 decessi ufficialmente attribuiti al Covid-19, contro i quasi 230.000 degli Usa.

  • La Cina ha deciso di lanciare dal primo novembre una piattaforma per tracciare l'origine e i vari passaggi del cibo congelato importato, tra carne e pesce, dopo il ritrovamento del Covid-19 sulle confezioni esterne. Si tratta dell'ultima versione di Pechino sulle cause dei focolai registrati a Pechino e più di recente a Qingdao, nello Shandong, sospettati di un innesco nell'industria della catena del freddo, che in seguito ha portato a epidemie locali. Non è chiaro se questo sia anche il caso di Wuhan, capoluogo dell'Hubei e città della Cina centrale dove è stato per primo rilevato il coronavirus già a fine 2019. Tuttavia, Yang Zhanqiu, vicedirettore del dipartimento di biologia dei patogeni dell'Università di Wuhan, ha osservato che “è possibile che i frutti di mare importati abbiano causato l'epidemia” nella città, supponendo che i prodotti ittici importati siano stati venduti al mercato ittico di Huanan. “Non abbiamo trovato una catena di infezione che dimostri che il virus sia passato dai pipistrelli agli esseri umani, e dovrebbero essere svolte ulteriori ricerche e indagini per tracciare l'origine dell'infezione che coinvolge altri animali e la vita acquatica”, ha aggiunto Yang, nel resoconto del tabloid Global Times. Al contrario, Jin Dongyan, professore di biomedicina presso l'Università di Hong Kong, ha osservato che le epidemie legate all'industria della catena del freddo non hanno finora provocato focolai su larga scala. La carica virale sugli imballaggi alimentari era relativamente bassa e probabilmente non avrebbe contagiato un gran numero di persone, ha notato Jin.

Football news:

Il figlio di Maradona ha detto addio a suo padre: non morirai mai perché ti amerò fino all'ultimo respiro
Jose Mourinho: Chelsea ha una formazione incredibile. Può giocare Mehndi about il portiere più costoso nella storia della APL
Andrea Pirlo: Ronaldo è un po ' stanco dopo così tante partite. Abbiamo concordato che si riposerà
manager Maradona: Diego non voleva più vivere. Stefano Cechi, manager del defunto ex giocatore della Nazionale argentina Diego Maradona, ha condiviso i suoi pensieri sulla sua morte
Eder Sarabia: spero che il Barcellona sarà di nuovo la squadra che ci ha fatto godere il calcio come nessun altro
Maradona è la figura principale nella vita del regista Paolo Sorrentino. Crede che Diego gli abbia salvato la vita, e chiama l'argentino la sua guida nel mondo dell'arte
Candidato presidenziale Barca Farre: voglio che messi diventi Presidente onorario del club. Rimarrà